Adattatissima: Agatha Christie al cinema e in tv

Assassinio sull'Orient Express
Assassinio sull'Orient Express, in prima visione tv lunedì 1° ottobre su Sky Cinema

Per tutto il mese di ottobre la regina del giallo sarà protagonista su Sky Cinema Uno, con film e miniserie tratti da alcuni dei suoi più famosi romanzi. Del resto i libri di Agatha Christie sono stati adattati su grande e piccolo schermo centinaia di volte, a partire dal lontano 1928.

Ci sono pochi autori le cui opere sono state adattate così tante volte su grande e piccolo schermo come Agatha Christie. Non a caso la regina del giallo sarà protagonista per tutto il mese con il ciclo di appuntamenti Ottobre con Agatha Christie, a partire dalla prima visione tv lunedì 1 ottobre di Assassinio sull’Orient Express, diretto da Kenneth Branagh, seguito in seconda serata da Mistero a Crooked House, fino alla miniserie in due parti Le due verità, in onda venerdì 26 ottobre. Di mezzo, venerdì 12 c’è la miniserie Dieci piccoli indiani, mentre il 19 è la volta di un’altra miniserie, Testimone di accusa.


Le “avventure” di Agatha Christie sono cominciate molto tempo fa, ad appena otto anni dalla pubblicazione del suo primo romanzo. Correva l’anno 1928 e Leslie S. Hiscott e Julius Hagen decisero di trasporre su grande schermo il racconto È arrivato il signor Quin, più tardi incluso nella raccolta Il misterioso signor Quin, con il titolo The Passing of Mr. Quin. Rispetto all’originale, i due registi si presero numerose libertà, ma già questo primo exploit cinematografico permise ad Agatha di espandere ulteriormente la sua già crescente fama.


Già l’anno successivo arriva il bis con una produzione tedesca: Die Abenteurer Gmbh di Fred Sauer, tratto dal romanzo Avversario segreto, con l’attore italiano Carlo Aldini nel cast. E con gli anni ’30 ci si prende gusto, con Leslie H. Hiscott alla regia di altri due adattamenti (da L’assassinio di Roger Akroyd e Caffè nero), che fra l’altro introducono su grande schermo la figura di Hercule Poirot, e varie altre produzioni, fra cui il francese Le coffret de laque, tratto anch’esso da Caffè nero.


Terminata la “pausa forzata” della Seconda Guerra Mondiale, il cinema torna subito a dedicarsi alle parole di Agatha Christie. E lo fa in grande stile nel 1945 con Dieci piccoli indiani, adattamento di uno dei romanzi più noti della scrittrice britannica, con il francese René Clair alla regia e un ottimo cast (fra gli altri vi figuravano Barry Fitzgerald e Walter Huston) a interpretare i vari personaggi di questo vero e proprio gioco al massacro.


La tv non è da meno, con numerosi film televisivi, tratti spesso non da romanzi, ma da racconti della Christie, messi in produzione fra la fine degli anni ’40 e gli anni ’50 (daTre topolini ciechi a Testimone d’accusa). I migliori risultati, però, li si riscontra probabilmente quando le storie di Agatha vengono rielaborate per il grande schermo, ad esempio nel 1957 con Testimone d’accusa di Billy Wilder, con Tyrone Power, Marlene Dietrich, Elsa Lanchester e altri grandi interpreti dell’epoca, versione fra l’altro apprezzatissima dalla stessa scrittrice, candidata per ben sei premi Oscar.


Il 1961 è un’altra data importante: l’attrice britannica Margareth Rutherford, di lì a poco premio Oscar come Miglior attrice non protagonista per International Hotel, interpreta per la prima volta Miss Marple in Assassinio sul treno di George Pollock (che nel 1965 dirigerà anche la sua personale versione di Dieci piccoli indiani). Si tratta probabilmente del volto più legato a questo personaggio, anche se negli anni molte bravissime attrici si cimenteranno con questo ruolo, da Angela Lansbury a Julia McKenzie, passando per Joan Hickson e Geraldine McEwan. Curiosità: ben due film di Pollock con la Rutherford – Assasinio al galoppatoio e Assassinio sul palcoscenico – sono tratti da romanzi che avevano in realtà come protagonista Hercule Poirot.


Se i ’60 sono gli anni di Miss Marple, è nel decennio successivo che Poirot conquista definitivamente il grande pubblico cinematografico. Nonostante fosse stato infatti protagonista già di numerosi adattamenti, è in questo periodo che l’arguto investigatore sfonda il grande schermo con Assassinio sull’Orient Express di Sidney Lumet, del 1974, in cui è interpretato da un grandissimo Albert Finney, affiancato da attori leggendari come Lauren Bacal, Jacqueline Bisset, Sean Connery, Jean-Pierre Cassel e Ingrid Bergman, quest’ultima premiata con l’Oscar come Miglior attrice non protagonista.


Nel 1978 è un altro grande interprete, Peter Ustinov, a vestire i panni di Poirot, in Assassinio sul Nilo di John Guillermin: sarà la prima di cinque volte, tra film per la tv e per il cinema. Tra l’altro proprio per questo film riceverà l’Oscar come Miglior attrice non protagonista Angela Lansbury (qui nel ruolo di Salomé Otterbourne), che come detto vestirà anche i panni di Miss Marple, solo due anni più tardi, in Assassinio allo specchio.


L’ora del delitto, In due si indaga meglio: molte sono le serie televisive dedicate a romanzi e racconti di Agatha Christie a partire dagli anni ’80. Tra i più duraturi appuntamenti tv con i casi della scrittrice inglese c’è senza dubbio Poirot, che dal 1990 al 2013 porta su piccolo schermo le avventure dell’investigatore belga, interpretato nell’arco di tutte le 13 stagioni, per un totale di 70 episodi, da David Suchet.


Neanche nel nuovo millennio la fortuna di Agatha Christie accenna a diminuire: nel 2001 Alfred Molina è Poirot in un nuovo Assassinio sull’Orient Express, mentre dal 2004 al 2013 le già citate Geraldine McEwan prima e Julian McKenzie poi sono le protagoniste della serie tv Miss Marple, per un totale di 6 stagioni e 23 episodi.


Tutto questo fino ad arrivare ai film e alle miniserie al centro di questo Ottobre con Agatha Christie, a cominciare dal film diretto da Kenneth Branagh con lo stesso regista, Penelope Cruz, Johnny Depp, Willem Dafoe, Judi Dench e tanti altri, in prima visione tv su Sky Cinema. E siamo sicuri che negli anni a venire Agatha Christie avrà modo di mettere ancora lo zampino, con i suoi celebri personaggi e casi, sia al cinema che in tv…