Suspiria: il teaser trailer del nuovo film di Luca Guadagnino

Amazon Studios ha pubblicato sul proprio canale YouTube il primo teaser di Suspiria, attesissimo remake dell'horror cult firmato da Dario Argento nel 1977 e diretto da un altro italiano apprezzatissimo a Hollywood, Luca Guadagnino. Nel cast, oltre alla due protagoniste Dakota Johnson e Tilda Swinton, ci sono anche Chloe Grace Moretz, Mia Goth, Sylvie Testud, Renée Soutendijk e Jessica Harper, attrice 68enne che tornerà dopo aver interpretato Suzy Bannion anche nel film del 1977.

A volte ritornano. Soprattutto se si tratta delle tre malevoli madri immaginate da Thomas De Quincey nel suo romanzo "Suspiria De Profundis", scritto nel 1845 e basato sui sogni fatti dal giornalista inglese durante un soggiorno a Milano. Mater Lacrimarum, Mater Suspiriorum e Mater Tenebrarum si sono trasfigurate sullo schermo attraverso tre film diretti da Dario Argento, rispettivamente Suspiria, Inferno e La terza Madre.  E proprio la pellicola che diede origine alla trilogia, ovvero Suspiria girato nel 1977 e considerato uno degli horror più spaventosi di tutti i tempi, tornerà al cinema, in un remake diretto da Luca Guadagnino. Proprio l'importanza e il successo planetario del capolavoro di Dario Argento hanno suscitato molti dubbi sull'opportunità di rifare un'opera perfetta e circondata da un'aurea mitica. In attesa dell'uscita del remake (prevista per il 2 novembre) Amazon Studio ha rilasciato il primo trailer del film. Se risulta sempre assai rischioso giudicare un libro dalla copertina, ciò non di meno le prime immagini del nuovo Suspiria ci trasportano in una livida dimensione di puro male. Come nel film di Argento, siamo nella Germania del 1977. Ma questa volta l'accademia di danza si trova a Berlino e non a Friburgo. Sulle note inquietanti e ipnotiche della musica di Tom York, vediamo la protagonista Susie Bannion (interpretata da Dakota Johnson) stringersi dolente il petto, mentre Madame Blanc, la direttrice della scuola di danza che ha il volto della musa di Guadagnino, ossia Tilda Swinton, fuma disinvolta una sigaretta. E poi si succedono mani avvizzite che si congiungono e piedi nudi che danzano. Su una parete campeggia una locandina con la scritta Marcos, il cognome della regina nera, della Mater Sospiriorum, della madre dei sospiri. Su un taccuino leggiamo il nome delle altre due Madri: Mater Lacrimorum e Mater Tenebrarum e anche il simbolo della RAF, La Rote Armee Fraktion. meglio nota come Banda Baader-Meinhof, uno dei più gruppi terroristici più noti che proprio nel 1977 in Germania si rese protagonista di un numero impressionate di sequestri, rapine e omicidi.

Tra volantini di persone scomparse appesi in una stazione di polizia, un banchetto inquietante e un ancora più inquietante falcetto fa capolino il volto di una ragazza coperto di vermi. Un’immagine presente anche nel Suspiria diretto da Dario Argento.  Tuttavia in questo trailer, l'abbacinante technicolor creato da Luciano Tavoli, sfuma in una fotografia (realizzata dal thailandese Sayombhu Mukdeepro) che rimanda al cinema di Fassbinder. Insomma, più che un remake, il film di Guadagnino scritto da David Kajganich gia responsabile della sontuosa e inquietante serie tv The Terror, sembra un omaggio. Un viaggio nella stregoneria fra apparizioni spaventose e ragazze dedite a sabba, senza dimenticare che il gore non dovrebbe mancare, almeno a giudicare dalle sequenze mostrate lo scorso Aprile.

Il trailer si chiude sulla lama a mezzaluna appoggiata su un tavolino al fianco di una tazza da Té.  Un incubo di porcellana. Tremate, le streghe sono tornate. Al momento nessuno sa se saranno all’altezza di quelle filmate da Dario Argento. Quello che sappiamo è che "La magia è quella cosa che ovunque, sempre e da tutti è creduta”, come diceva il Professor Milius. E la favola nera di Suspiria, come quella di Biancaneve è destinata a non essere mai dimenticata.