Teatro alla Scala, con il Barbiere di Siviglia torna la capienza piena. VIDEO

Spettacolo

Chiara Ribichini

Dopo un anno e mezzo di spettacoli in streaming o con un numero ridotto di spettatori, per la prima volta al Piermarini si possono rioccupare tutti i 2000 posti disponibili. Una serata che è si è trasformata in una vera e propria festa. “Siamo felici e sentiamo da parte del pubblico una grande voglia di essere qui. Non poteva accaderci di meglio perché questo momento tanto atteso è arrivato con un’opera che è davvero una celebrazione del ritorno a teatro” sottolinea a Sky Tg24 il sovrintendente Dominique Meyer

È il primo spettacolo a capienza piena nel tempio della lirica. Il primo dopo tanti mesi di streaming e recite con un numero di spettatori ridotto. Niente più distanziamento tra le persone che possono ora occupare tutti i 2000 posti disponibili del Teatro alla Scala grazie al decreto legge in vigore dall’11 ottobre.
“Siamo felici, non abbiamo rimorsi. Siamo stati intesi dal governo e sentiamo una grande voglia del pubblico di tornare a teatro. Tanti hanno superato la paura, anche grazie al green pass e alla mascherina che continuiamo a tenere” sottolinea a Sky Tg24 il sovrintendente del Teatro alla Scala Dominique Meyer (l'intervista integrale nel video in fondo all'articolo).

La festa per il ritorno di un teatro pieno

approfondimento

Il Barbiere di Siviglia in scena alla Scala di Milano: foto e trama

Un momento di festa che arriva con il Barbiere di Siviglia diretto da Riccardo Chailly (VIDEO), uno spettacolo dal valore fortemente simbolico. Si tratta infatti della prima nuova produzione con pubblico in sala dall’inizio della pandemia, la prima dell’era Meyer arrivato alla guida del Piermarini poco prima che iniziasse l’emergenza sanitaria. Il capolavoro di Rossini, secondo titolo di un trittico dedicato al compositore dopo “L’Italiana in Algeri” e prima de “Il turco in Italia”, viene presentato in chiave nuova con un’ambientazione pensata da Leo Muscato che trasferisce la storia proprio in un teatro con Figaro che è il factotum della compagnia e Rosina una ballerina. “Non poteva accaderci di meglio. Questa riapertura con il pubblico al 100% arriva con uno spettacolo che porta sulla scena il teatro nel teatro. È davvero una celebrazione del ritorno a teatro” spiega il sovrintendente Meyer
Un’opera buffa, caratterizzata da una gioia contagiosa che è stata accolta da quella forte esplosione di applausi a cui non eravamo più abituati.

Capienza al 100% e nuovi biglietti in vendita

approfondimento

Teatro alla Scala, prima mondiale di Madina con Roberto Bolle. VIDEO

Le recite del Barbiere di Siviglia, così come quelle di Madina, l'altra nuova produzione in scena al Teatro alla Scala, erano andate sold out rapidamente. Con il passaggio della capienza dal 50% al 100% sono stati rimessi in vendita subito i biglietti. Tra sabato e domenica (giorno di chiusura della biglietteria) sono stati venduti oltre 2.500 biglietti, di cui 1.250 per gli spettacoli di questa settimana. L'ennesima prova del grande desiderio del pubblico di tornare a teatro. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.