Diletta Leotta, super festa per i 30 anni: dalle donne lampadario all'assenza di Can VIDEO

Spettacolo

La conduttrice ha pubblicato alcune foto e video della serata, tra amici vip, balli scatenati, polemiche e una grande assenza: Can Yaman

Diletta Leotta (FOTO) ha spento 30 candeline. La conduttrice, nata a Catania il 16 agosto 1991, ha organizzato un white party in Sicilia, in un’esclusiva location a bordo piscina allestita con addobbi e arredi bianchi e trionfi di limoni siciliani. Una serata piena di musica e amici ma senza il fidanzato Can Yaman, che secondo alcune voci sarebbe ormai “ex”.

Diletta Leotta, la festa per i 30 anni

“E sono solo 30” ha scritto Diletta su Instagram, a corredo di un paio di foto insieme alla torta, in oro e glitter, luminosa proprio come l'abito bustier della conduttrice, bianco con scollatura a cuore, strass e spacco mozzafiato, creazione dello stilista siciliano Claudio Di Mari. A completare il look, la maxi coda da cavallo. Tanti gli ospiti della serata, tra i quali anche molti volti noti come Elodie (la cantante, grande amica della conduttrice, le ha dedicato il brano "Parole Parole"), Daniele Battaglia e Rossella Fiamingo. Grande assente, però, Can Yaman, che non ha condiviso sui social network neanche una dedica d’amore per Diletta. Una prova ulteriore del fatto che, tra i due, l'amore sembra proprio giunto al capolinea.

Diletta Leotta, festa con polemica

approfondimento

Diletta Leotta e Rossella Fiamingo, amiche per la pelle. FOTO

Alla festa di Diletta Leotta non sono mancate nemmeno le polemiche. In alcune foto del party di compleanno della neo 30enne si vedono delle giovani donne "trasformate" in lampadario, con tanto di paralume sulla testa. "Le donne lampadario a un compleanno di una donna nel 2021 per me sono degradanti" ha cinguettato un utente su Twitter. "Le ragazze usate in stile soprammobile sono un qualcosa di riprovevole" ha risposto un altro. Insomma, una trovata che sui social ha scatenato numerose critiche.

approfondimento

Diletta Leotta ed Elodie in moto d'acqua in vacanza in Sardegna

Anche Alba Parietti ha voluto dire la sua: "È una bravissima professionista e anche lei deve avere il diritto di presentarsi come vuole, nuda o in guêpière: deve essere libera di non mettere un vestito alla sua serietà, ma deve essere lei a metterci la faccia, a prendersi la responsabilità della sua scelta. Si vesta lei da candelabro, si presenti lei in quella dimensione – ha scritto Alba Parietti in un intervento pubblicato su La Stampa - Non credo che a nessuna donna possa piacere o sembrare dignitoso, anche se pagata, partecipare a un festa vestita da soprammobile. A meno che sia una rappresentazione artistica. E questa non lo era. Era solo cattivo gusto".

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.