Malika Ayane insultata perché confusa con Malika Chalhy: le sue parole su Twitter

Spettacolo
Twitter

La cantante ha risposto ai tanti messaggi non destinati a lei: gli utenti l’hanno scambiata per un caso di omonimia con la 22enne finita nella bufera per aver usato impropriamente i soldi di una raccolta fondi a lei dedicata dopo che era stata cacciata di casa per la sua omosessualità

“Cari #fulminidiguerra che mi intasate la mail e i social con insulti o espressioni di solidarietà, ho una notizia per voi: la Malika che cercate NON SONO IO. Incredibile che nel 2021 ci siano più donne con lo stesso nome, eh?”. A scrivere è la cantante Malika Ayane, che ieri su Twitter ha risposto così ai tanti messaggi non destinati a lei. Come spiega Ayane nel tweet, gli utenti del social l’hanno scambiata per un caso di omonimia con Malika Chalhy, la 22enne finita nella bufera per aver usato impropriamente i soldi di una raccolta fondi a lei dedicata dopo che la sua famiglia l'aveva cacciata di casa per aver dicharato la propria omosessualità.

La storia di Malika Chalhy

leggi anche

Malika e la polemica sulla raccolta fondi: Volevo togliermi uno sfizio

La storia nasce qualche mese fa, quando la ragazza fa coming out con la sua famiglia dichiarando la propria omosessualità. Ma i genitori reagiscono aggredendola e cacciandola di casa, con insulti e minacce. La storia della 22enne, privata di tutto e senza un tetto, commuove numerose persone e associazioni. In suo favore vengono aperte due raccolte fondi: la prima raggiunge i 140mila euro, la seconda 11mila. Dopo l’affetto ricevuto, Malika aveva dichiarato che avrebbe donato parte dei soldi in beneficienza a enti di oncologia pediatrica e associazioni per la tutela dei diritti arcobaleno.

La foto con la Mercedes su Instagram

leggi anche

Cacciata di casa perché gay, va avanti la raccolta fondi per Malika

Il nome di Malika è tornato alla ribalta qualche giorno fa, dopo che è stata diffusa sui social una sua foto mentre guidava una Mercedes classe A. Sul fatto è stata intervistata da Selvaggia Lucarelli per Tpi, e la giovane ha confessato di aver mentito e di aver comprato l’auto per “togliersi uno sfizio”. Durante l’intervista sono emersi altri particolari confusi, come il fatto di non aver ancora scelto dopo mesi le associazioni a cui fare beneficienza né l’entità delle donazioni. Lucarelli ha riportato anche che Chalhy ha acquistato un bulldog francese da 2.500 euro, giustificando la spesa come “bene di necessità”.

Il tweet di Malika Ayane

leggi anche

Malika Ayane, la cover di "Self Control" di Raf per "Il Divin Codino"

Dopo la storia, sui social si sono scatenate due fazioni opposte tra chi difende la ragazza e chi invece si sente tradito. Il problema è che molti di loro indirizzano i loro messaggi alla Malika sbagliata, cioè la cantante. Per questo Ayane ha pubblicato una serie di tweet in cui ironicamente chiede agli utenti di smettere di inondarla di messaggi. “Che poi se volete mandare messaggi d’amore siete i benvenuti - se di odio un po’ meno ma avrete le vostre ragioni - purché siano per me stessa medesima. #sipuofare”, ha concluso la cantante.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.