"Supereroi" in lotta contro il tempo: il nuovo libro di Paolo Genovese. VIDEO

Spettacolo

Denise Negri

"Il tempo è il vero nemico dell'amore di coppia. Non il tradimento, non la noia, non la quotidianità". Parola del regista di Perfetti Sconosciuti, che nel suo nuovo romanzo racconta di come provare ad amarsi tutta una vita. 

“Con la scrittura godiamo tutti di una libertà incredibile. Non abbiamo i limiti di budget del cinema e volendo possiamo andare e tornare dalla Luna in giornata”. Parola di Paolo Genovese che presenta il suo nuovo romanzo “Supereroi” edito da Einaudi. Anna e Marco sono insieme da sempre, da vent’anni, e sanno che per amarsi tutta una vita ci vogliono, davvero, dei superpoteri. Non quelli che fanno volare, rendono invisibili o forti ma quelli che hanno a che fare con la fiducia, la pazienza, la perseveranza e una visione comune di un progetto comune. Con leggerezza, grazia, e una certa maestria, il regista di “Perfetti Sconosciuti” ci porta dentro una storia che parla a tutti noi. “E’ una storia che avevo in testa da tanto tempo", dice Genovese, "e che parla d’amore. Conosciamo una coppia attraverso 20 anni di vita e la conosciamo attraverso un nemico dell’amore che non è la noia, il tradimento o la routine ma il tempo”. E così attraverso le oltre 200 pagine scopriamo proprio come il tempo possa stravolgere gli equilibri di una relazione perché, prosegue il regista “negli anni cambiano il modo in cui facciamo l’amore, in cui parliamo, subentrano i silenzi che a volte creano confidenza, altre volte invece creano assuefazione”. Un titolo ironico, conferma Genovese “perché oggi resistere è molto complesso per una coppia. Al tempo dei miei genitori il divorzio non esisteva e socialmente bisogna rimanere insieme per forza, a tutti i costi. Oggi invece, conclude, se una coppia non funziona è libera di separarsi. E’ caduto quel tabù. Il collante che tiene insieme la coppia è soltanto la coppia stessa”.

IL CINEMA CHE VERRA'

approfondimento

Paolo Genovese: i 5 migliori film

 

A gennaio il regista ritornerà sul set del suo prossimo film, un progetto annunciato senza altri dettagli, nel frattempo, pur non considerandosi uno scrittore, Genovese si è comunque dilettato e divertito, dice sornione, a spaziare nell’immaginazione che ti regala la scrittura: “Immaginazione che si tramuta in libertà assoluta”. In chiusura un pensiero, inevitabile, alle sale cinematografiche chiuse: “Le sale sono un posto sicuro, sono tante le produzioni ora sul set e speriamo che questo sia di buon auspicio per poter presto tornare a godere tutti insieme della magia del cinema”. Una speranza in un momento in cui possiamo in effetti essere tutti dei supereroi perché, dice Genovese “l’eroe è colui che fa qualcosa per qualcun altro. Dobbiamo tutti essere in grado di fare piccole accortezze quotidiane per gli altri. Speriamo di essere generosi”.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.