Accademia del Profumo, scelte da tre giurie le migliori fragranze del 2020

Spettacolo

Nicoletta Di Feo

Importante serata a Milano per la 31ma edizione del Premio di Accademia del Profumo. Tre le giurie chiamate a decretare le migliori fragranze del 2020 in un evento fisico ristretto ma, grazie ai social, per la prima volta allargato al grande pubblico

Colui che domina gli odori domina il cuore degli uomini, scriveva Patrick Suskind nel suo celebre romanzo. E anche se in questo splendido libro il profumo ha un risvolto quanto mai macabro non si può certo non essere d’accordo sul suo potere. Potere di riportarci improvvisamente alla memoria una persona, una situazione, addirittura un’emozione dimenticata. Lo sa bene l'Accademia del Profumo che per la 31ma edizione del suo prestigioso Premio apre per la prima volta le porte dell’esclusiva cerimonia al grande pubblico. E lo fa con un evento fisico condotto da Giorgia Surina al Magna Pars di Milano, in forma ristretta a causa dell’emergenza Covid ma subito poi trasmesso in prima visione sui suoi canali social.

"Abbiamo trasformato questo momento di crisi in un’opportunità nonostante le difficoltà,
ha raccontato Ambra Martone, Presidente dell'Accademia del Profumo, ai microfoni di Sky TG24.  "Accelerando un progetto digital e social che avevamo nel cassetto da tempo, abbiamo aperto le porte della nostra esclusiva cerimonia, prima unicamente per gli addetti al settore, al grande pubblico".
 

Tre diverse giurie chiamate a scegliere i migliori profumi del 2020


Tre le giurie chiamate a scegliere i migliori profumi dell’anno: una composta da consumatori, una da vip e una giuria tecnica, formata dalla Commissione Direttiva di Accademia del Profumo, insieme a esponenti del retail, giornalisti beauty e blogger.

Difficilmente descrivibili ma composte da una propria grammatica, le fragranze nelle mani - o meglio nei "nasi" - dei Maestri Profumieri diventano un misterioso mix di ingredienti utilizzati come lettere per formare parole, frasi e infine poesie.

"L’olfatto", ci spiega Ambra Martone,  "è il senso più misterioso e quello più direttamente collegato alle emozioni. La memoria olfattiva è infatti stata studiata da tanti scienziati in tanti ambiti proprio per la sua capacità di provocarci emozioni forti ed immediate come nessun altro senso riesce a fare. La bellezza dell’olfatto deriva anche dal fatto che ha così tanti misteri ed è profondamente collegata al nostro essere e al nostro nostro sentirci bene".

 

Il 30esimo compleanno di Accademia del Profumo

Quest’anno poi ricorre un anniversario importante per Accademia del Profumo, il suo 30esimo compleanno. "Abbiamo scelto di celebrare questo anniversario con un racconto che ha due assi", ci spiega la presidente di Accademia del Prumo. "Sui nostri social abbiamo deciso di raccontare a tutti l’evoluzione sociale, di design, di tendenze, di preferenze dei consumatori dei profumi in Italia ma anche in generale in questi 30 anni. Ma abbiamo anche organizzato una mostra fotografa e olfattiva che rappresenti le materie prime più significative per la creatività dei nostri profumieri in questo ultimo trentennio. E con questa speciale mostra gireremo per l’Italia in un viaggio olfattivo a tappe."

 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.