George Floyd, Jamie Foxx arringa la piazza

Spettacolo

Il premio Oscar stigmatizza le azioni violente della polizia e chiede la rimozione degli ufficiali razzisti dalle forze dell’ordine

C’era anche Jamie Foxx, a San Francisco, alla manifestazione di protesta per l’uccisione di George Floyd. Il cantante e attore afroamericano, premio Oscar nel 2005 per il film "Ray", ha preso la parola arringando la folla: "Deve esserci un deterrente", ha gridato, stigmatizzando le azioni della polizia che hanno portato alla morte di Floyd.

 

approfondimento

George Floyd, è Blackout Tuesday: il mondo dello spettacolo si ferma

"Non dovrebbe essere così nell'America del 2020, dobbiamo evolvere", ha sottolineato l'artista, che si è alternato sul palco con personalità di Chiesa e uomini politici. L’artista ha chiesto cambiamenti fondamentali nella polizia e la rimozione di ufficiali razzisti dal dipartimento.

Jamie Foxx da giorni è – per così dire - in tournée nel Paese per unirsi a pacifiche manifestazioni di protesta contro la violenza delle forze dell’ordine. Si era fatto vedere anche in Minnesota, a Minneapolis, proprio la città dove il 25 maggio era stato assassinato George Floyd.

Spettacolo: Per te