Coronavirus, i Pink Floyd mettono online (gratis) i loro concerti

Spettacolo

La band britannica ha deciso di rendere disponibili su YouTube alcuni dei suoi grandi live del passato. Si comincia con “Pulse”, che è già online, e si continua per i prossimi tre venerdì con altri film-documentario

Musica online gratis per cercare di alleviare le giornate di chi è costretto a stare in casa per l’emergenza coronavirus. Un’idea che è venuta a diversi artisti, tra cui Metallica e Radiohead, a cui ora si aggiungono anche i Pink Floyd. La band britannica, infatti, ha deciso di rendere disponibili su YouTube alcuni dei suoi grandi concerti del passato. Si comincia con “Pulse”, che è già online (CORONAVIRUS: GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALEI NUMERI ITALIANI: GRAFICHE).

I Pink Floyd mettono “Pulse” online gratis

Il primo concerto visibile sul canale YouTube dei Pink Floyd, quindi, è la versione tv di “Pulse”. Il live, con 22 pezzi, è disponibile dal 17 aprile e ha già raggiunto oltre 905mila visualizzazioni. Il film, che dura circa un’ora e mezza, è stato girato durante la tappa londinese del “The Division Bell Tour” del 1994, durante il quale il gruppo si è esibito all'Earl's Court di Londra. Da quella tournée è nato appunto l’album dal vivo “Pulse”, pubblicato nel 1995. Finora, sul canale YouTube della band erano presenti solo delle singole clip e non interi concerti (LO SPECIALE "IO RESTO A CASA").

Gli altri concerti

Oltre a “Pulse”, nelle prossime settimane verranno resi disponibili altri tre concerti. Venerdì prossimo, 25 aprile, sarà la volta del film-documentario-concerto degli anni Settanta “Live At Pompeii” e delle registrazioni per la tv Kqed. Il 2 maggio sarà reso disponibile “An Hour With Pink Floyd” e l’8 maggio, infine, la versione Dvd di “David Gilmour Live At Pompeii”.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24