È morto il fotografo Terry O'Neill, con i suoi scatti immortalò Beatles e Rolling Stones

Spettacolo
Foto Getty

Aveva 81 anni e si è spento dopo una lunga malattia. Ha contribuito a costruire il mito della Swinging London negli anni '60 e in oltre 50 anni di carriera ha fotografato icone della musica, del cinema e dello sport, da David Bowie fino a Audrey Hepburn e Muhammad Alì

È morto Terry O'Neill, fotografo britannico che contribuì con i suoi scatti a costruire il mito della Swinging London negli anni ’60. O’Neill aveva 81 anni e si è spento ieri nella sua casa dopo una lunga malattia. Rimangono celebri i suoi ritratti dei Beatles, dei Rolling Stones, di David Bowie, ma anche di Brigitte Bardot e Sean Connery per citarne alcuni. Del suo lavoro negli ultimi anni si ricordano le immagini di Amy Winehouse, Nicole Kidman, Nelson Mandela e della regina Elisabetta II. Nel corso della sua carriera è stato nominato Commander of the Order of the British Empire, tra le onorificenze più importanti del Regno Unito, proprio dalla regina.

Il ritrattista delle celebrità

O'Neill è uno dei più apprezzati fotografi ritrattisti del Novecento. Nei suoi cinquant’anni di carriera fotografo tantissime celebrità: da Frank Sinatra (fotografato nell’arco di trent'anni) a Elvis Presley, da Elton John a Bono Vox, da Elizabeth Taylor a Audrey Hepburn, da Ava Gadner a Marlene Dietrich. Ma anche icone dello sport come Muhammad Alì.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.