Mattia Torre, il famoso monologo recitato da Valerio Mastandrea

Ricordiamo il compianto Mattia Torre scomparso oggi con le sue parole: ecco il monologo sui figli che ti invecchiano che ha scritto per Valerio Mastandrea in occasione di EPCC a Teatro, diventato subito virale e un vero cult sui Social Network

Addio a Mattia Torre

Mattia Torre, autore della serie Boris che si è spento oggi dopo una lunga malattia, ha scritto tra i tanti suoi capolavori per il piccolo schermo il monologo "I figli ti invecchiano”, recitato da Valerio Mastandrea nella terza puntata di EPCC a Teatro andata in onda su Sky Uno nell’ottobre 2018.

Un concentrato di ironia, sentimento, gioie e dolori che hanno reso questo monologo virale: l’account Twitter di Mastandrea è rimasto fra i top account sui social network per tutta la serata e il video è diventato immediatamente un cult nell’ambito dei Social Network.

Risentire le parole scritte dalla penna salace, intelligente e divertentissima di Mattia Torre oggi fa venire ancora di più la pelle d’oca e le lacrime agli occhi.

Valerio Mastandrea, l'attore insignito del David di Donatello per Gli Equilibristi e La prima cosa bella, interpreta alla perfezione lo spirito di Mattia Torre.

Vi riproponiamo il monologo I figli invecchiano andato in onda a EPCC a Teatro che parla di e a tutti coloro che hanno ormai la colonna vertebrale curva (perché ha preso per buona la postura chinata sui figli, notte e giorno), la parola rallentata dall’insonnia, una nuova droga che si chiama babysitter e la fine di quell’illusione di eternità data dai gin tonic.

Con Mattia Torre se ne va un vero maestro della parola, capace di emozionarti mentre ti strappa una risata. E senza nemmeno accorgertene, mentre ridi ti ritrovi a piangere. Come adesso.

 

 

Mattia Torre, autore della serie Boris che si è spento oggi dopo una lunga malattia, ha scritto tra i tanti suoi capolavori per il piccolo schermo il monologo "I figli ti invecchiano”, recitato da Valerio Mastandrea nella terza puntata di EPCC a Teatro andata in onda su Sky Uno nell’ottobre 2018.

 

Un concentrato di ironia, sentimento, gioie e dolori che hanno reso questo monologo virale: l’account Twitter di Mastandrea è rimasto fra i top account sui social network per tutta la serata e il video è diventato immediatamente un cult nell’ambito dei Social Network.

 

Risentire le parole scritte dalla penna salace, intelligente e divertentissima di Mattia Torre oggi fa venire ancora di più la pelle d’oca e le lacrime agli occhi.

 

Valerio Mastandrea, l'attore insignito del David di Donatello per Gli Equilibristi e La prima cosa bella, interpreta alla perfezione lo spirito di Mattia Torre.

 

Vi riproponiamo il monologo I figli invecchiano andato in onda a EPCC a Teatro che parla di e a tutti coloro che hanno ormai la colonna vertebrale curva (perché ha preso per buona la postura chinata sui figli, notte e giorno), la parola rallentata dall’insonnia, una nuova droga che si chiama babysitter e la fine di quell’illusione di eternità data dai gin tonic.

 

Con Mattia Torre se ne va un vero maestro della parola, capace di emozionarti mentre ti strappa una risata. E senza nemmeno accorgertene, mentre ridi ti ritrovi a piangere. Come adesso.

 

ID Video: 455141

 

Mattia Torre, autore della serie Boris che si è spento oggi dopo una lunga malattia, ha scritto tra i tanti suoi capolavori per il piccolo schermo il monologo "I figli ti invecchiano”, recitato da Valerio Mastandrea nella terza puntata di EPCC a Teatro andata in onda su Sky Uno nell’ottobre 2018.

 

Un concentrato di ironia, sentimento, gioie e dolori che hanno reso questo monologo virale: l’account Twitter di Mastandrea è rimasto fra i top account sui social network per tutta la serata e il video è diventato immediatamente un cult nell’ambito dei Social Network.

 

Risentire le parole scritte dalla penna salace, intelligente e divertentissima di Mattia Torre oggi fa venire ancora di più la pelle d’oca e le lacrime agli occhi.

 

Valerio Mastandrea, l'attore insignito del David di Donatello per Gli Equilibristi e La prima cosa bella, interpreta alla perfezione lo spirito di Mattia Torre.

 

Vi riproponiamo il monologo I figli invecchiano andato in onda a EPCC a Teatro che parla di e a tutti coloro che hanno ormai la colonna vertebrale curva (perché ha preso per buona la postura chinata sui figli, notte e giorno), la parola rallentata dall’insonnia, una nuova droga che si chiama babysitter e la fine di quell’illusione di eternità data dai gin tonic.

 

Con Mattia Torre se ne va un vero maestro della parola, capace di emozionarti mentre ti strappa una risata. E senza nemmeno accorgertene, mentre ridi ti ritrovi a piangere. Come adesso.

 

ID Video: 455141