Léa Seydoux torna nel ruolo di Bond Girl: è la seconda volta di fila

Spettacolo
GettyImages-lea_seydoux_daniel_craig

L'attrice francese vestirà ancora i panni di Madeleine Swann in "Bond 25". E' la prima volta dopo 50 anni che un'interprete femminile torna nel ruolo. Prima di lei, il primato era di Eunice Gayson, comparsa quest'anno

Léa Seydoux sarà di nuovo Madeleine Swann. L'attrice francese sarà nuovamente nel cast di "Bond 25" segnando uno dei pochissimi ritorni nella storia del franchise dedicato all'agente segreto inglese e il primo in assoluto di una protagonista femminile. Con lei nel cast ci saranno anche Ralph Fiennes nei panni di M, Ben Whishaw nei panni di Q e Naomi Harris nei panni di Moneypenny. Il film uscirà nel 2020.

Riprendere le fila di "Spectre"

"Bond 25" sarà diretto da Cary Joji Fukunaga (subentrato a Danny Boyle) e vedrà Léa Seydoux nei panni di Madeleine Swann, figlia di Mr. White, avversario di James Bond in "Casino Royale" e "Quantum of Solace". In “Spectre”, diretto da Sam Mendes, Swann si alleava con James Bond (interpretato da Daniel Craig) e alla fine del film i due si allontanavano a bordo di una vettura Aston Martin DB5. L'intenzione del regista e degli sceneggiatori è quella di riprendere le fila di questo episodio, concludendo la storia e segnando il primo ritorno nella storia della saga di una Bond Girl.

I ritorni prima di Léa Seydoux

Prima di Léa Seydoux, l'unica Bond Girl a ritornare era stata solo Eunice Gayson. L'attrice britannica scomparsa quest’anno fu la prima Bond Girl della serie cinematografica e affiancò Sean Connery in "Licenza di uccidere" (1962) e "Dalla Russia con amore" (1963). Poi fu la volta di Maud Adams, che fu la Bond Girl Andrea Anders in "L’uomo dalla pistola d’oro" (1974), ma poi assunse altri ruoli, come la contrabbandiera di gioielli Octopussy nell'omonimo film del 1983. L'attrice svedese apparve anche in un cameo in "Bersaglio Mobile" (1985).

Spettacolo: Per te