James Bond senza regista: confermato l’addio di Danny Boyle

Spettacolo

La nuova pellicola della saga dovrebbe uscire nelle sale a ottobre 2019. Boyle avrebbe abbandonato per “divergenze creative” e, per ora, non risultano altri candidati già pronti a prendere in mano il progetto

La spia più famosa del mondo, 007, deve trovare un regista. Dopo l’addio di Danny Boyle, celebre per il suo The Milionarie (8 Oscar nel 2009), il nuovo film di James Bond rischia infatti di restare senza un “papà”. I produttori e il protagonista Daniel Craig hanno annunciato la rinuncia di Boyle attraverso l’account ufficiale su Twitter, facendo riferimento a non meglio precisate “divergenze creative”. Il nuovo episodio della saga, intitolato provvisoriamente Bond 25, dovrebbe uscire nelle sale il 25 ottobre 2019.

La sfida degli incassi

Al momento, però, non risultano candidati già pronti a prendere in mano il progetto, attualmente in fase di pre-produzione. Il primo ciak è previsto per il prossimo dicembre, mentre in questi giorni si stanno scegliendo sia la Bond girl che il cattivo del nuovo episodio. Un film che dovrà affrontare un’altra importante missione: confrontarsi con gli incassi degli ultimi due, Skyfall e Spectre firmati da Sam Mendes, che hanno raggiunto gli incassi più alti della saga (in tutto quasi 2 miliardi di dollari).

Il futuro di James Bond

Qualunque sia la sorte di questa nuova pellicola, si prevede già che non sarà l’ultima. Dopo Bond 25, dovrebbe però uscire di scena Daniel Craig, il biondo 007 protagonista degli ultimi quattro film. Voci suggeriscono che il prossimo Bond potrebbe essere Idris Elba, ma l’attore britannico alla premiere londinese del suo ultimo film ha evitato di parlare. Se le voci saranno confermate, sarebbe il primo Bond di colore.

Spettacolo: Per te