Molestie sessuali, Daniele Gatti licenziato dalla Royal Concertgebouw

Spettacolo
Fotogramma_Daniele_Gatti

Il direttore d'orchestra era accusato di "comportamenti inappropriati" con alcune musiciste. Secondo il quotidiano De Telegraaf, ha chiuso la sua carriera

"Comportamenti inappropriati" con alcune musiciste. Queste le accuse che hanno portato al licenziamento di Daniele Gatti, secondo alcuni rimosso già una settimana fa dalla Concertgebouw Orchestra di Amsterdam. Il quotidiano olandese De Telegraaf afferma che "Gatti ha chiuso con la sua carriera". A puntare il dito contro il direttore d'orchestra sono state per prime due soprano.

#MeToo anche nella musica

Il rapporto di collaborazione con l'istituzione musicale olandese termina dopo che un'inchiesta del Washington Post ha portato alla luce diversi episodi che lo hanno coinvolto e che si inseriscono nel filone "Metoo" del mondo della musica classica. Gatti ha contestato le accuse per molestie sessuali e ha assunto un'agenzia di public relation americana per prevenire danni alla sua reputazione. "Il maestro si dice esterrefatto e ha dato mandato ai suoi legali di tutelare la propria reputazione e di intraprendere eventuali azioni qualora tale campagna diffamatoria dovesse proseguire", ha fatto sapere il suo avvocato, Alberto Borbon.

Le testimonianze

Le prime accuse contro il maestro, 56 anni, già direttore dell'accademia di Santa Cecilia a Roma e della Royal Philharmonic Orchestra di Londra, sono emerse in un'inchiesta del Washington Post pubblicata il 26 luglio scorso. La soprano Alicia Berneche e la collega Jeanne-Michèle Charbonnet hanno denunciato due episodi avvenuti nel 1996 a Chicago e nel 2000 a Bologna. In base al racconto di Berneche, 24enne nel 1996 e alla sua prima esperienza di lavoro per l'Opera lirica, Gatti, all'epoca 34enne, l'avrebbe invitata nel suo camerino per prendere un appuntamento di lavoro e l'avrebbe molestata. La donna ha detto di non aver riferito nulla per paura di perdere il lavoro.

La decisione della Concertgebouw

Attraverso l'agenzia, proprio questa settimana Gatti ha fatto sapere che avrebbe trattato le donne con "più cautela" e si è scusato se alcune ritengono di aver subito un comportamento poco rispettoso. Ma dopo l'inchiesta, altre donne hanno denunciato fatti analoghi. E l'orchestra di Amsterdam, che in questa settimana aveva preso tempo per "approfondire" il caso, ha optato per il drastico provvedimento con effetto immediato: licenziato e sostituito con altri direttori in tutte le date dei concerti già in cartellone. "Dopo l'articolo del Washington Post, diverse musiciste dell'orchestra hanno denunciato comportamenti inappropriati di Gatti", che "hanno portato a un danno irreparabile tra l'orchestra e il conduttore", scrive la Concertgebouw in un comunicato.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.