Milano si prepara a celebrare Leonardo da Vinci a 500 anni dalla morte

Spettacolo
cenacolo_fuorisalone_fotogramma

Il prossimo 2 maggio cade il quinto secolo dalla scomparsa del genio italiano. Il capoluogo lombardo ha in programma un fitto calendario di iniziative e mostre che sono state presentate al Castello Sforzesco

A cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, la città di Milano, in cui il genio visse il suo periodo più fecondo e creativo, si prepara a celebrarlo con un palinsesto di iniziative e mostre lungo nove mesi: da maggio 2019 a gennaio 2020.

Il palinsesto

Gli eventi sono stati presentati il 5 luglio al Castello Sforzesco di Milano dell'assessore alla Cultura di Milano, Filippo Del Corno, da quello al Turismo, Roberta Guaineri e dall'assessore regionale alla Cultura e Autonomia, Stefano Bruno Galli. Cuore delle manifestazioni sparse in città sarà proprio il Castello Sforzesco: da qui prenderanno il via le celebrazioni il 2 maggio 2019 e per l'occasione riaprirà la Sala delle Asse, svelando al pubblico il 'Monocromo' leonardesco dopo l'ultima fase di restauri. Sempre tra le mura del Castello saranno allestite altre due mostre: il percorso multimediale "Milano di Leonardo" nella Sala delle Armi, che ricostruirà virtualmente la città meneghina al tempo vinciano, e la mostra "Leonardo e la Sala delle Asse tra natura, arte e scienza", con una selezione di disegni originali dell'artista e dei leonardeschi, che rivela le relazioni iconografiche e stilistiche tra da Vinci, i maestri d'Oltralpe e quelli di ambito toscano.

Gli eventi a Palazzo Reale

Anche Palazzo Reale dedicherà a da Vinci due esposizioni. La prima, "La Cena di Leonardo per Francesco I: un capolavoro in seta e argento" vedrà l’esposizione del prezioso arazzo che riproduce l'affresco di Santa Maria delle Grazie, ritenuto una delle primissime copie dell'Ultima Cena. La seconda, invece, sarà realizzata in collaborazione con il Museo di Storia Naturale, che trasferirà parte della sua collezione a Palazzo Reale, permettendo così un confronto diretto tra fossili, minerali e animali impagliati con la natura vinciana e dei suoi seguaci.

Il Leonardo scienziato  

Al Leonardo scienziato e ingegnere, invece, dedicherà un ciclo di quattro mostre la Veneranda Biblioteca Ambrosiana con l'esposizione del "Codice Atlantico", ovvero una raccolta di disegni, studi ingegneristici, progetti architettonici, e i celebri fogli della macchina volante. Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia con la "Leonardo Da Vinci Parade" esporrà invece, in collaborazione con la Pinacoteca di Brera, un'inedita selezione di modelli storici e affreschi di pittori lombardi del XVI secolo.

L'anteprima

A dare un assaggio del lungo palinsesto sarà l'anteprima del Polo Museale Regionale della Lombardia che, con la mostra "Leonardo da Vinci: prime idee dell'Ultima Cena", esporrà dal 13 ottobre 2018 al 13 gennaio 2019 proprio davanti all'opera del refettorio di Santa Maria delle Grazie i disegni preparatori autografi di da Vinci. Tutto il palinsesto "Milano e Leonardo" è stato realizzato grazie al comitato scientifico "Milano e l'eredità di Leonardo 1519-2019" che raccoglie oltre al Comune, Regione Lombardia e Mibact anche le altre numerose istituzioni coinvolte nelle celebrazioni.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.