Johnny Depp si confessa su alcool, divorzio e problemi economici

Spettacolo
Johnny Depp (GettyImages)

In una lunga intervista concessa al magazine "Rolling Stone", l'attore ha raccontato il difficile periodo post divorzio e facendo chiarezza anche sulla delicata questione della bancarotta

Il travagliato divorzio da Amber Heard, la dipendenza dall'alcool, e la crisi finanziaria: di questo e molto altro Johnny Depp ha parlato in una lunga intervista a Rolling Stone. Organizzata dopo uno scambio di 200 e-mail e durata ben 72 ore, la conversazione è stata voluta dal confidente e avvocato dell'attore, Adam Waldman, per parlare "delle ingiustizie alla reputazione e ai profitti di Depp".

Il momento più buio

Il periodo successivo al divorzio con Amber Heard, che lo accusò nel 2016 di violenze domestiche, fu particolarmente duro per Depp, che racconta di aver pensato al suicidio: "Non pensavo sarei potuto arrivare ad un punto così basso". Per risollevare il suo umore, l’attore decise di dedicarsi alla musica e scrivere una biografia con una vecchia macchina da scrivere: "Mi versavo la vodka al mattino e iniziavo a piangere fino a che gli occhi si riempivano di lacrime e non riuscivo più a vedere le pagine. Continuavo a chiedermi cosa avevo fatto per meritarmi tutto questo. Avevo sempre provato ad essere gentile, ad aiutare tutti e ad essere sincero. La verità per me è la cosa più importante. Eppure è successo tutto questo".

Le spese folli

Nel corso dell’intervista, Depp ha voluto far chiarezza anche sui suoi problemi finanziari. L'attore, che si è ritrovato sull’orlo della bancarotta, ha citato in causa il Management Group, la compagnia che curava i suoi interessi e che a suo dire non avrebbe gestito come si deve il suo patrimonio. L’azienda, d’altro canto, sostiene invece che i guai finanziari di Depp siano da imputarsi unicamente al suo stile di vita: "È offensivo dire che ho speso 30.000 dollari per il vino ogni mese. Perché era molto di più", ha scherzato il divo. A preoccuparlo, più che le dichiarazioni del Management Group, sono state le ripercussioni che la questione ha avuto sulla quotidianità dei figli: "Mio figlio ha saputo che il suo vecchio ha perso tutti i suoi soldi dai compagni di scuola, non è giusto".

L'auricolare e Tom Petty

Non sono comunque mancati anche altri gustosi aneddoti. Depp, ad esempio, ha confermato di usare sul set un auricolare in cui gli vengono suggerite le battute, perché, in questo modo, riesce a recitare anche con gli occhi: "Non è per non imparare le battute. Sul set ho cornamuse, bambini che piangono e bombe che esplodono. Crea una verità. Alcuni dei miei personaggi più grandi erano in film silenziosi. Deve essere qualcosa che traspare dagli occhi e penso che se non si coglie della verità nello sguardo non importa che parole si stanno dicendo". Infine, una battuta su Tom Petty, suo amico di lunga data scomparso lo scorso anno: "Ci chiamavamo spesso e gli chiedevo se fumasse ancora. Tom mi diceva di sì e allora io mi sentivo meglio. 'Se Tom fuma ancora, allora io sono a posto'".

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.