Jimmy Kimmel: cosa bisogna sapere del presentatore degli Oscar 2018

Spettacolo
jimmy_kimmel

Per la seconda volta di seguito, sarà l’irresistibile verve del presentatore Jimmy Kimmel a fare gli onori di casa al Dolby Theatre di Los Angeles il 4 marzo, in occasione della notte degli Oscar 2018. Andiamo a conoscere meglio questo fuoriclasse dello schermo, dotato di un’innata vis comica davvero travolgente

di Camilla Sernagiotto

È sulla bocca di tutti e il perché profuma di Dolby Theatre di Los Angeles: si tratta di Jimmy Kimmel, il presentatore della notte più attesa che esista al mondo.

La notte delle stelle: non quella del 10 agosto, quando si celebra San Lorenzo uscendo a mirare le stelle en plein air, bensì quella che il 4 marzo 2018 terrà incollati tutti gli sguardi, puntati su un planetario brillante e risplendente di luce propria, ossia Hollywood.

Le stelle di questa notte non cadranno affatto, anzi, saliranno sul palco più invidiato, anelato e desiderato della settima arte, quello sul quale ogni anno vengono consegnate le celebri statuette dorate.

Oro che cola per questa serata eccitante, per tutti quanti tranne che per lui, Jimmy Kimmel.

Il suo cachet, infatti, è ben lontano dalle cifre stellari che ci si potrebbe aspettare per presentare un evento di tale portata. Se il compenso sarà lo stesso dello scorso anno, quando Kimmel si prestò a presentare la 89esima edizione degli Oscar nel 2017, il nostro Jimmy si porterà a casa "solo" quindicimila dollari.

Pecunia non olet, eppure per una responsabilità del genere, condurre un evento in mondovisione tra i più importanti dello showbusiness del globo terracqueo, la cifra non risulta certo esorbitante.

L’anno scorso, quando Kimmel rivelò alla stampa quanto aveva percepito, aggiunse: «Sapete perché mi hanno pagato così? Perché credo sia illegale non percepire nulla».

Ebbene, pare proprio che qualsiasi nome sia stato scelto per fare gli onori di casa al Dolby Theatre non sia stato pagato un centesimo di più, nemmeno Billy Crystal o Chris Rock, per quanto ne sa Jimmy Kimmel.

Non c’è da meravigliarsi, dato che in molti pagherebbero cifre ben maggiori per avere l’onore di sobbarcarsi un onere del genere: chi non sognerebbe di ritrovarsi di fronte a tutta Hollywood, vestita a festa per omaggiare quella che è a pieno titolo la festa ufficiale della sua arte prediletta?

Ma non solo la platea straborderà di star: non c’è attore, cantante, Vip o divo della moda che si perderebbe la visione della notte degli Oscar, qualunque sia la coordinata geografica e quindi il conseguente fuso orario in cui si trova.

Per non parlare di noi comuni mortali. Maratone di sonnambuli cinefili, pizzate notturne tra fan del grande schermo che scelgono di sbirciarlo dalla serratura voyeuristica del piccolo schermo, pigiama party aspettando la fatidica frase, quella che più fa sì che il corpo venga assalito dai brividi d'emozione: And The Winner Is.

Di sicuro questa celeberrima frase, vera e propria cifra stilistica dell’evento, si addice alla perfezione anche a Jimmy Kimmel, esattamente come l’abito confezionato sartorialmente su misura che il conduttore sfodererà per l’occasione.

Scelto per il secondo anno di seguito, cosa assai rara addirittura alle riunioni condominiali per decidere se confermare o meno l’amministratore per l’anno seguente, figuriamoci a questa importante riunione del condominio di Hollywood, Kimmel è un vero fuoriclasse che di classe ne ha da vendere. Anzi: da regalare.

Abbiamo visto come sia poco attaccato al denaro, tanto da accettare di buon grado ancora una volta un cachet più da subrette in discoteca che non da anfitrione di un anfiteatro del calibro del Dolby losangelino.

Per chi ancora non ne conoscesse le gesta televisive, Jimmy Kimmel, classe 1967 e targa newyorkese, è un one man band dello schermo davvero da chapeau.

Conduttore televisivo, comico, attore e produttore tv statunitense, è poliedrico come un caleidoscopio in fieri.

Noto principalmente come co-conduttore di programmi televisivi popolarissimi negli Stati Uniti come The Man Show (con Adam Carolla) e Win Ben Stein's Money (con Ben Stein), la sua fama ha incominciato a precederlo non appena inaugurò il Jimmy Kimmel Live!

Il suo personalissimo show registra audience pazzesche, sarà per questo motivo che Kimmel si sente a casa quando calca il palco del Dolby, davanti a una platea gremita di Vip e metaforicamente davanti all’altra platea ben più vasta, quella del mondo intero in visione spasmodica.

Oltre alla carriera da presentatore, un’altra rosea carriera l’ha portato a collezionare una rosa di film che profuma di talento: dall’irresistibile Road Trip a Hellboy: The Golden Army fino a Ted 2 e Brad’s Status, Kimmel si è dimostrato un ottimo nome anche nei titoli di testa e di coda di tante pellicole da urlo uscite in questi decenni.

Dulcis in fundo, la ciliegina sulla torta è il fatto che questo Superuomo sia molto in gamba non soltanto sul lavoro, ma anche una volta appeso il cappotto all’appendiabiti e messe le pattine: pure a casa, nell’intimo del focolare domestico, pare che Jimmy sia davvero un bravo ragazzo.

O meglio. Un bravo papà, parola dei suoi quattro figli (Katie e Kevin, avuti dall’attrice Gina Maddy, e Jane e William John, avuti dall’attrice Molly McNearney sposata in seconde nozze).

Ma come fa a fare tutto?

Di sicuro ce lo racconterà lui il 4 marzo 2018, facendoci ridere a crepapelle dal palco più mitico che ci sia.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.