Scala, quattro concerti per i giovani dell'Accademia a luglio

Spettacolo
GettyImages-orchestra_scale

Dall'11 al 15 luglio l'Orchestra dell'Accademia del Teatro alla Scala va in tournée in Lombardia. Quattro date gratuite, aperte a tutti, per celebrare l'Anno della Cultura

La sinergia tra il Teatro alla Scala, l'Accademia Teatro alla Scala e la Regione Lombardia continua. Dall'11 al 15 luglio, i giovani strumentisti cresciuti nel polo musicale suoneranno a Varese, Como, Pavia e Cremona. Non solo teatri ma anche piazze e spazi all'aperto; la prima data, ad esempio, si terrà nell'ippodromo varesino in concomitanza con il "Trofeo delle provincie di Lombardia". Tutte le serate avranno ingresso gratuito.

Le date dei concerti

I quattro concerti hanno l'obiettivo di creare nuove occasioni di partecipazione sul territorio, coinvolgendo alcune delle principali istituzioni teatrali lombarde. Il primo concerto si terrà a Varese l'11 luglio, unendo anche la serata in onore del premio ippico istituito in memoria di Guido Ermolli. "Finalmente anche un mio vecchio sogno diventa realtà: realizzare una serata di corse insieme alla musica" ha detto il sovrintendente del Teatro, Alexander Pereira. Il 13 luglio i giovani strumentisti saranno al Teatro Sociale di Como, il 14 luglio al Teatro Fraschini di Pavia e il 15 luglio, infine, in Piazza del Duomo a Cremona.

Il debutto di Lorenzo Viotti e il programma

Alla direzione dei concertisti ci sarà il giovane Lorenzo Viotti, al suo debutto. A soli 25 anni può già vantare esperienze di rilievo nella conduzione di autorevoli orchestre come l'Orchestre National de France, la Royal Philharmonic Orchestra, i Wiener Symphoniker e il Gustav Mahler Jugendorchester, in sale e teatri d'opera prestigiosi come il Théatre du Chatelet, la Fenice di Venezia, l'Opera di Stoccarda o la Semperoper di Dresda. Si tratta di un artista su cui il Teatro alla Scala intende "puntare tantissimo" negli anni futuri, tanto da affidargli un concerto nel 2018 con l'Orchestra, e la direzione di "Romeo e Giulietta" al Teatro Piermarini nel 2020. "Sto correndo da diversi anni dietro questo giovane direttore - dice Pereira - che per me è il più grande giovane direttore del mondo" . La formazione eseguirà celebri arie di opera lirica interpretate dal tenore Benjamin Bernheim: tra queste ci saranno "l'Intermezzo", tratto dalla "Cavalleria Rusticana", "Che gelida manina", "Lunge da lei", oltre all'Ouverture da "La forza del destino" e la "Sinfonia n. 4" di Čajkovskij. Le serate, pensate e inserite nel programma per l'Anno della Cultura, sono tutte a ingresso libero.

Gli obiettivi dell'iniziativa

L'obiettivo dell'iniziativa è di "aprire la Scala ai territori - ha precisato l'assessore regionale alla Cultura, Cristina Cappellini - perché la Scala deve essere presente là dove c'è la gente, e questa deve essere una festa per tutti". Inoltre, la tournée costituisce un'ulteriore opportunità di crescita per i giovani concertisti nel perfezionamento del proprio percorso professionale che, nell'arco di un biennio, consente loro di vivere esperienze professionali reali nel repertorio sinfonico, d'opera e di balletto, sotto la guida di direttori di fama internazionale. Sempre nell'ambito delle iniziative organizzate per l'Anno della Cultura, l'Orchestra dell'Accademia si esibirà più avanti anche a Milano: l'appuntamento è per il 10 settembre, in piazza Città di Lombardia, con l'opera per bambini "Il ratto dal serraglio" di Mozart.

Spettacolo: Per te