Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Su YouTube trionfa il micro musical

1' di lettura

In rete impazza la versione cantata in dieci minuti dei Promessi Sposi. Oltre un milione e mezzo di click per un fenomeno che rilancia la tradizione del quartetto Cetra. GUARDA IL VIDEO

Cotto e mangiato. Internet è diventato negli anni il regno della sintesi. Con link che permettono di saltare da una pagina all'altra, la mano che si muove veloce sul mouse, e l'attenzione che non va oltre una decina di minuti, i contenuti presenti sul web non si possono permettere di perdere troppo tempo. A essere premiato dunque chi è in grado di sintetizzare in pochi istanti interi concetti. E' questa, per esempio, la cifra stilistica degli Oblivion, gruppo teatrale bolognese che ha saputo usare la propria passione per i musical per i Promessi Sposi con i classici della musica leggera italiana. La loro versione del capolavoro manzoniano, sintetizzato in dieci minuti di medley di canzoni che vanno da Lucio Battisti fino a Garinei e Giovannini, è ormai uno dei fenomeni più cliccati sul web, con oltre un milione e mezzo di visualizzazioni. Un successo che ha permesso al quintetto di fare il grande salto dalla rete alla televisione e conquistare uno spazio all'interno della trasmissione Zelig.



Una formula, quella della sintesi estrema, che ha sancito anche il recente successo di Beautiful Lab, i video prodotti da Sky.it capaci di riassumere in pochi minuti la più celebre soap opera americana, il rapporto tra Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi, la tormentata storia del centrosinistra italiano o l'intensa carriera di Antonio Cassano.

Ma anche se ha trovato il successo grazie alle nuove tecnologie, lo stile degli Oblivion o di Beautiful Lab affonda le sue radici nella più prestigiosa storia dello spettacolo italiano. Sintetizzare il mondo circostante e i grandi classici della letteratura usando solo canzonette è stata per anni la formula magica del Quartetto Cetra, capace di rendere divertente, frizzante e coinvolgente anche una cosa noiosa come, e lo vedete qui sotto, la tribuna politica.



Leggi tutto
Prossimo articolo