Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Groenlandia, Landsat mostra i cambiamenti dei ghiacciai in 50 anni

3' di lettura

Paragonando gli scatti effettuati dal satellite sulle stesse zone nel 1972 e nel 2019, gli esperti hanno constatato come la zona si sia modificata, con i ghiacciai che appaiono oggi di un colore grigio brunastro 

I fronti di ghiaccio si sono ritirati, le cime rocciose sono più esposte, meno iceberg si spostano nell'oceano: il fiordo Sermilik della Groenlandia è cambiato in modo significativo nell'ultimo mezzo secolo. Così la Nasa descrive il preoccupante cambiamento che in 50 anni il territorio di queste particolari zone del Pianeta ha subìto. Il confronto è possibile grazie alle immagini fornite da Landsat, (per la precisione Landsat 8) una costellazione di satelliti per il telerilevamento che osservano la Terra. Confrontando gli scatti catturati nel 1972 e quelli più recenti del 2019, i cambiamenti sono piuttosto evidenti, così come è possibile vedere direttamente sul sito dell’agenzia spaziale americana. Qui i ghiacciai appaiono di un colore grigio brunastro, in un’immagine scattata lo scorso 12 agosto: il colore indica che la superficie si è sciolta in un processo che concentra polvere e particelle di roccia e porta ad una superficie di lastra di ghiaccio ricristallizzata e dalla colorazione quindi più scura.

I ghiacciai si sono ritirati

In base ai rilevamenti degli esperti, la superficie di fusione più scura rilevata nel 2019 si estende per un’area molto più vasta sulla calotta glaciale rispetto al 1972. Il ghiacciaio Helheim, uno dei più grandi in Groenlandia, si è ritirato in mezzo secolo di circa 7,5 chilometri. Più ad est invece ecco il ghiacciaio Midgard che si è ritirato di circa 10 miglia (16 chilometri circa), dividendosi in due rami. "Ora c'è molta più roccia nuda visibile che prima era coperta di ghiaccio", ha detto Christopher Shuman, un glaciologo dell'Università del Maryland, nella Contea di Baltimora,. “E tutti questi ghiacciai, sia piccoli sia grandi, sono sempre meno evidenti. Ci sono decine di esempi di cambiamento proprio in questa area", ha aggiunto l’esperto.

Miliardi di tonnellate di ghiaccio sciolte

Tre giorni dopo che Landsat ha raccolto l'immagine sul ghiacciaio Helheim e su quelli limitrofi, il progetto Oceans Melting Greenland (OMG) della Nasa ha esaminato la zona, lanciando una sonda di misurazione della temperatura che ha rilevato acqua calda sul fronte ghiacciato. Grazie a questo progetto gli esperti stanno scoprendo come gli oceani stiano sciogliendo i ghiacciai dal basso, anche quando le temperature dell'aria riscaldano il ghiaccio dall'alto. Le temperature insolitamente calde di quest'estate hanno causato uno scioglimento record in tutta la Groenlandia. Circa il 90% della superficie della calotta glaciale della zona si è sciolta tra il 30 luglio e il 2 agosto, giorni durante i quali circa 55 miliardi di tonnellate di ghiaccio si sono sciolte nell'oceano, stando alle rilevazioni del National Snow and Ice Data Center.  

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"