Creato il codice a barre genetico che svela la storia delle cellule

Foto di archivio (Getty Images)
1' di lettura

I ricercatori affermano che consentirà di arrivare sino alle fasi iniziali dello sviluppo embrionale, memorizzando l'evoluzione cellulare. Potrebbe essere utilizzato per comprendere l'origine dei tumori 

I codici a barre sono notoriamente utili per fornire informazioni di varia natura. Nei supermercati, per esempio, vengono letti alle casse per verificare i prezzi dei prodotti. I ricercatori del Wyss Institute e della Harvard Medical School di Boston, negli Stati Uniti, sono riusciti a realizzare in laboratorio un codice a barre genetico in grado di registrare i dati relativi alla divisione delle singole cellule del corpo umano, dando in questo modo la possibilità di scoprirne la storia a ritroso sino a giungere alle fasi iniziali dello sviluppo embrionale.
Per elaborarlo sono stati condotti degli esperimenti sui topi, da sempre utilizzati nella ricerca scientifica per studiare i processi biologici e fisiologici. I test hanno dimostrato che potenzialmente il codice a barre genetico potrebbe aiutare a capire come si generano i tumori, nonché a osservarne l'evoluzione.

Un film al contrario

Attualmente, l'unico modo per osservare l'evoluzione delle cellule è fermarne lo sviluppo in varie fasi, ottenendo così una serie di istantanee in grado di dare una visione di insieme approssimativa. Il ricercatore Gerorge Church sostiene che il codice a barre genetico sviluppato dal suo team, invece, consenta di ricostruire l'intera storia dell'evoluzione di ogni cellula matura. Per rendere più chiaro il concetto, Church fa l'esempio, visivamente efficace, di un film osservato dalla fine all'inizio.

L'origine del codice a barre genetico

La produzione del codice a barre genetico è stata resa possibile dall'utilizzo di una sequenza speciale di DNA contenente le informazioni essenziali al fine di creare una molecola di RNA modificata (nota come home guide RNA, in breve hgRNA), progettata per indurre l'enzima Cas9 a tagliare nel DNA la sequenza madre che ha dato vita all'hgRNA. Riparando il taglio, la cellula può causare delle mutazioni genetiche che tendono ad accumularsi nel tempo e a dare così vita a un codice a barre unico.
Il ricercatore Donald Ingber ritiene che l'importanza di questa invenzione sia enorme e potenzialmente in grado di cambiare la scena internazionale della biologia. Apre le porte a molteplici possibilità e potrebbe persino aiutare a prevenire varie patologie

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"