David Julius e Ardem Patapoutian, chi sono i vincitori del Nobel per la Medicina 2021

Scienze
©Getty

Il primo ha 65 anni, è nato a New York e insegna alla Columbia University. Il secondo è nato nel 1967 a Beirut, nel 1986 si è trasferito negli Stati Uniti per continuare gli studi, dal 2000 lavora nell'istituto californiano Scripps a La Jolla. Sono stati premiati per la scoperta dei recettori alla base del tatto e dei meccanismi che regolano la percezione del freddo e del caldo

David Julius e Ardem Patapoutian hanno vinto il Premio Nobel per la Medicina 2021. Ai due scienziati, uno statunitense e l’altro libanese, è stato assegnato il riconoscimento "per le loro scoperte sui recettori per temperatura e tatto". L’annuncio è arrivato nella mattinata del 4 ottobre 2021 dal Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia. A Julius e Patapoutian vanno 10 milioni di corone svedesi, quasi 986mila euro.

Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian

approfondimento

Nobel per la Medicina, i 6 italiani che hanno vinto il premio

David Julius ha 65 anni: è nato a New York, nel quartiere di Brighton Beach, il 4 novembre 1955. Insegna all'università della California, a San Francisco. Ardem Patapoutian è nato nel 1967 a Beirut e nel 1986 si è trasferito negli Stati Uniti. Dopo gli studi al California Institute of Technology (CalTech) e poi all'Università della California a San Francisco, dal 2000 lavora nell'istituto californiano Scripps a La Jolla.

Per che cosa sono stati premiati

leggi anche

I vincitori del Nobel per la Medicina nel 2020

David Julius e Ardem Patapoutian sono stati premiati con il Nobel per la scoperta dei recettori alla base del tatto e dei meccanismi che regolano la percezione del freddo e del caldo. La loro scoperta ha aperto la strada alla comprensione del modo in cui l'uomo riesce a percepire l'ambiente esterno attraverso le sensazioni percepite attraverso la pelle. Percezioni del freddo e del caldo, ma anche del tatto, che - ha spiegato la giuria del Nobel - nella vita quotidiana diamo per scontate ma che sono legate a meccanismi complessi, molto antichi e cruciali per la sopravvivenza. Sul loro funzionamento le ricerche dei due scienziati hanno gettato luce. Julius, ha spiegato ancora l'Accademia dei Nobel, ha utilizzato un composto del peperoncino chiamato capsaicina, che induce una sensazione di bruciore: è stato questo il primo passo per individuare le terminazioni nervose che nella pelle reagiscono al calore. Patapoutian ha invece concentrato le sue ricerche su cellule sensibili alla pressione, scoprendo sia sulla pelle e sia negli organi interni dei sensori che rispondono agli stimoli meccanici. Grazie a queste scoperte è stata avviata l'intensa attività di ricerca che di recente ha portato a chiarire come il nostro sistema nervoso percepisce il calore, il freddo e gli stimoli meccanici. Queste ricerche hanno trovato anche applicazioni nel trattamento del dolore cronico.

Members of the Nobel Committee sit in front of a screen displaying the winners of the 2021 Nobel Prize in Physiology or Medicine David Julius (L) and Ardem Patapoutian, during a press conference at the Karolinska Institute in Stockholm, Sweden, on October 4, 2021. - US scientists David Julius and Ardem Patapoutian won the Nobel Medicine Prize for discoveries on receptors for temperature and touch. (Photo by Jonathan NACKSTRAND / AFP) (Photo by JONATHAN NACKSTRAND/AFP via Getty Images)
1235687002 - ©Getty

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24