Pioggia di meteoriti su Luna e Terra, 800 milioni di anni fa: lo studio

Scienze

La tesi è stata proposta da un team di ricercatori dell’Università giapponese di Osaka, secondo cui le tracce dell’evento catastrofico sarebbero attualmente presenti su alcuni crateri lunari

La Luna e la Terra sono state coinvolte da una violenta pioggia di meteoriti, verificatasi circa 800 milioni di anni fa, e le tracce di questo evento così catastrofico sono rimaste evidenti in alcuni crateri lunari. A sostenerlo è un lavoro di ricerca, pubblicato sulla celebre rivista scientifica “Nature Communications” e condotta da un team di esperti dell'Università giapponese di Osaka, coordinato da Kentaro Terada.

 

Una serie di analisi

 

Per arrivare a produrre la loro tesi, i ricercatori si sono avvalsi dei dati prodotti dalla sonda Kaguya, gestita dall'Agenzia spaziale giapponese (Jaxa) e che ha lavorato in orbita intorno alla Luna dal 2007 al 2009. Gli esperti, in particolare, si sono soffermati sullo studio e sull’analisi del periodo di formazione di 59 specifici crateri lunari, dotati di un diametro maggiore di 20 chilometri. Quindi, hanno incrociato le analisi con la datazione del materiale espulso da uno dei crateri, denominato “Copernico”, e con le informazioni ottenute dall'analisi di alcuni frammenti generati dagli impatti dei meteoriti e già raccolti dalle missioni Apollo. Uno dei risultati a cui sono giunti i ricercatori giapponesi è che che otto dei crateri presi in esame sono nati contemporaneamente e tra questi anche Copernico.

 

Le ipotesi dei ricercatori     

 

Una volta giunti a questo assunto, gli esperti sono riusciti a dedurre che la Luna è stata interessata da una pioggia di meteoriti, avvenuta circa 800 milioni di anni fa e che un evento simile può essersi verificato anche sulla Terra. Per sostenere ciò, i ricercatori hanno prodotti alcuni calcoli in basi ai quali sul nostro pianeta si sia abbattuta una massa di meteoriti complessivamente pari a circa 50 milioni di miliardi di chilogrammi, generando una quantità particolarmente evidente di fosforo che ha in qualche modo influenzato l'ambiente della superficie terrestre. In base ad una delle ipotesi messe in campo dagli scienziati, questa pioggia di meteoriti potrebbe essere stata generata dall’erosione e dalla rottura del capostipite degli asteroidi che fanno parte della famiglia Eulalia, avvenuta nella area cosmica compresa tra Marte e Giove. Questo particolare evento, che potrebbe essere contemporaneo alla pioggia di meteoriti ipotizzata dai ricercatori giapponesi, avrebbe generato numerosi frammenti che si sono poi sparsi nelle vicinanze della Terra stessa e anche della Luna, come certificherebbe l'esistenza attuale di asteroidi vicini alla Terra, nati proprio da quell'esplosione. Tra questi, secondo gli autori dello studio, potrebbe rientrare anche l'asteroide Ryugu che, di recente, è stato osservato dalla sonda giapponese Hayabusa2.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.