Lo sciame delle Leonidi attraverserà il cielo durante novembre

Scienze
Immagine di archivio (Getty Images)
telescopio_ansa_20181010180149653

Sarà visibile tra il 17 e il 19 novembre. L’asteroide di Halloween, invece, si avvicinerà alla Terra il 12 novembre, ma sarà troppo lontano per poter essere osservato 

Durante novembre, le notti si allungheranno e sarà possibile osservare il cielo stellato più a lungo. Gli esperti dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) spiegano che nel corso del mese nel cielo saranno visibili lo sciame meteorico delle Leonidi e l’asteroide 2015 TB145, noto come ‘asteroide di Halloween’ per la sua forma simile a un teschio e il suo avvicinamento alla Terra avvenuto il 30 ottobre 2015. Quest’ultimo giungerà in prossimità del globo terracqueo il 12 novembre e si troverà alla distanza minima dal pianeta (tra i 35 e i 40 milioni di chilometri, quasi un terzo della distanza esistente tra la Terra e il Sole). L’asteroide, dal diametro di 400 metri, potrebbe trovarsi troppo lontano per poter essere osservato con i telescopi. Il suo passaggio in prossimità della Terra non avrà conseguenze negative. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Astronomy & Astrophysics, il corpo celeste non ha dimensioni tali da poter avere una qualsiasi influenza gravitazionale sul pianeta.

Il passaggio delle Leonidi

Le Leonidi solcheranno i cieli notturni tra il 17 e il 19 novembre. Saranno visibili da mezzanotte in poi. Saturno, che ormai si trova molto in basso sull’orizzonte occidentale, potrà essere osservato ancora per poco. Il passaggio di Marte dalla costellazione del Capricorno a quella dell’Acquario, invece, potrà essere ammirato senza difficoltà.

Stelle e pianeti del cielo di Novembre

Al mattino presto, Venere brillerà nel cielo prima del sorgere del Sole. Dopo il tramonto, invece, gli astrofili avranno l’opportunità di ammirare per breve tempo alcune delle stelle caratteristiche del cielo estivo come Altair dell’Aquila, Vega della Lira e Deneb del Cigno. Per osservarle, sarà necessario puntare i telescopi verso Ovest. A Sud-Est, durante le prime ore della notte, brilleranno le stelle delle costellazioni di Orione e del Cane maggiore, tra cui la luminosissima Sirio.
Giove, invece, non sarà più visibile nel cielo serale e dal 26 novembre sarà in congiunzione con il Sole. 

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24