Caratteristiche, proprietà, storia: la mappa genetica della zucca

Il Dna della zucca è stato sequenziato dal Boyce Thompson Institute di New York e dal Centro nazionale cinese di ricerca di Ingegneria genetica vegetale (Foto: Archivio Getty)
2' di lettura

Uno studio di New York ha sequenziato il Dna di due specie, confermando alcune caratteristiche e scoprendo dettagli sull'evoluzione di questo ortaggio

Non è un Halloween come tutti gli altri per le zucche. È il primo in cui il simbolo della festa ha la sua mappa genetica. Merito di una recente ricerca pubblicata sulla copertina della rivista Molecular Plant. Il Dna è stato sequenziato dal Boyce Thompson Institute di New York e dal Centro nazionale cinese di ricerca di Ingegneria genetica vegetale.

La ricerca

I ricercatori hanno ottenuto la mappa genetica completa di due tra le più comuni specie di zucca: la Cucurbita maxima, dalla forma arrotondata, e la Cucurbita moschata, più allungata. Le analisi indicano un Dna distribuito in 20 coppie di cromosomi e con una significativa storia evolutiva: le specie avrebbero iniziato a differenziarsi tra i 26 e i 31 milioni di anni fa. Lo studio ha potuto anche dimostrare che, pur mantenendo gran parte del suo corredo genetico originario, la zucca aveva un tempo dimensioni maggiori rispetto a quelle attuali.

Perché mappare il Dna

Conoscere il Dna della zucca consente di confermare e conoscere meglio alcune sue caratteristiche. La specie più arrotondata ha elevate proprietà nutritive, mentre quella allungata ha grande capacità di resistere alle malattie e a condizioni di stress come temperature estreme. Le proprietà e il loro legame con specifici geni potrebbe avviare nuove colture che uniscano resistenza, gusto e valori nutrizionali.

La tradizione di Halloween

Le specie di zucca non si esauriscono con Cucurbita maxima e moschata. Circa due terzi delle della produzione si concentra in Asia. La pianta rampicante è originaria dell'America, ma la tradizione di intagliarla nella notte di Halloween è probabilmente legata, secondo documenti risalenti ai primi dell'800, all'Irlanda (in un primo momento sembra che l'operazione venisse fatta sulle rape). Nasce dalla leggenda di 'Jack-o'-Lantern', un fabbro irlandese la cui anima dannata, bandita anche dall'inferno, è destinata a vagare per l'eternità facendosi luce solo con un tizzone ardente collocato dentro un frutto cavo.

Leggi tutto
Prossimo articolo