Il succo di barbabietola può alleviare il dolore dell'arteriopatia

Foto di archivio (Getty Images)
2' di lettura

In un test svolto su 35 pazienti i ricercatori hanno osservato gli effetti della bevanda per 12 settimane, riscontrando un miglioramento delle prestazioni durante gli esercizi 

I pazienti con arteriopatia periferica sentono meno dolore quando bevono il succo di barbabietola prima di una camminata o degli esercizi fisici. Emerge da una ricerca dell'Università della Virginia di Charlottesville, pubblicata sulla rivista scientifica Circulation Research. In un test, compiuto con 35 partecipanti, i ricercatori hanno riscontrato benefici e prestazioni migliori nei pazienti che hanno bevuto la bevanda prima di effettuare gli allenamenti in ospedale. “Sebbene manchino ancora gli studi clinici su una terapia a base di nitrato inorganico, sostanza contenuta nel succo, questo esperimento è molto promettente. I dati suggeriscono che la sua assunzione prima degli esercizi consente ai soggetti di allenarsi provando meno dolore”, sottolineano gli scienziati nello studio.

Alza i livelli di nitrato inorganico

L’arteriopatia periferica è causata dall'indurimento delle arterie e dalla riduzione del flusso di sangue e ossigeno nei tessuti e nei muscoli delle gambe. Quando le persone sviluppano la patologia, camminare può provocare un forte dolore che richiede loro di fermarsi e di riposare anche dopo distanze molto brevi. Ciò succede perché le gambe non ricevono abbastanza ossigeno. Alcune ricerche precedenti hanno dimostrato che il nitrato inorganico, un ingrediente del succo di barbabietola, può aiutare ad aumentare il flusso di sangue e ossigeno verso i muscoli attivi, in modo da consentire loro di usare l’elemento chimico in modo più efficiente.

Aumentata la distanza percorsa sul tapis roulant

Durante il test i ricercatori hanno supervisionato 36 sessioni di allenamento di 35 pazienti con l’arteriopatia periferica per 12 settimane. In ogni sessione i partecipanti hanno camminato su un tapis roulant per 30 minuti, con la velocità e la pendenza congrue alle loro capacità individuali. A metà dei partecipanti è stato fatto bere il succo di barbabietola tre ore prima di ogni allenamento. Alla fine della sperimentazione, le persone che avevano bevuto la bevanda hanno aumentato la distanza percorsa in media di circa 53 metri. Senza il succo, i partecipanti hanno migliorato la loro prestazione di quasi 25 metri. Sono diminuiti anche i crampi, un effetto collaterale comune durante gli esercizi per chi soffre della patologia. Nelle persone che avevano bevuto il succo di barbabietola, i crampi si sono manifestati nelle ultime sessioni in media 180 secondi dopo rispetto ai primi allenamenti, mentre nell’altro gruppo è stato riscontrato un tempo di 59 secondi. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"