Covid, Fiaso: ancora in calo i ricoveri, -13,7% in 7 giorni

Salute e Benessere
©Getty

È uno dei dati provenienti dagli ospedali sentinella aderenti alla rete della Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere, che evidenziano un calo del 13,8% dei ricoveri nei reparti Covid ordinari nell'ultima settimana

 

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Negli ultimi 7 giorni, per la seconda settimana consecutiva, negli ospedali italiani è stata registrata una diminuzione dei ricoveri Covid, con un calo del 13,7%, rispetto alla settimana precedente, del numero complessivo dei pazienti positivi al Sars-CoV-2 presenti negli ospedali, sia nei reparti ordinari sia nelle terapie intensive. Nella rilevazione del 9 agosto era stato registrato un calo netto del 20%. Lo hanno segnalato gli ultimi dati, aggiornati al 16 agosto, provenienti dagli ospedali sentinella aderenti alla rete Fiaso, la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

I dati Fiaso

vedi anche

Tutti i video sulla pandemia di Covid-19

Continua, dunque, a ridursi la curva dei ricoveri Covid. Dal report settimanale Fiaso emerge che la percentuale di pazienti ricoverati "Per Covid" è pari al 42%; mentre quella di pazienti "Con Covid", il cui ricovero è stato determinato da altre patologie ma che sono risultati positivi al tampone, rappresenta il 58%. Nello specifico, negli ultimi 7 giorni sono diminuiti in misura maggiore i pazienti nei reparti Covid ordinari, con un calo del 13,8%. Dato simile anche per le terapie intensive, che hanno registrato un calo del 10,8%. "Si tratta, tuttavia, per quanto riguarda le rianimazioni Covid di piccoli numeri. Da sottolineare come i ricoverati in rianimazione abbiano tutti un’età media elevata e per oltre il 90% dei casi siano affetti da altre patologie", ha specificato la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere. Tra i pazienti in terapia intensiva permane, inoltre, la differenza di età tra vaccinati (età media 71 anni) e non vaccinati (67 anni). Tra questi, i ricoverati Per Covid, che hanno sviluppato una patologia respiratoria tipica della malattia da Covid, sono per il 40% no vax.

Pazienti pediatrici: ricoveri Covid in calo del 29%

Infine, analizzando quanto succede nelle classi di età pediatriche, nell'ultima settimana è stato osservato un calo del 29% dei ricoveri Covid negli ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria degli ospedali aderenti al network sentinella della Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere. A finire in ospedale continuano ad essere i bambini da 0 e 4 anni  (66,6% dei ricoverati), mentre i bambini sotto i sei mesi rappresentano il 37% del totale.

Salute e benessere: Più letti