Messo a punto l'atlante genetico che aiuterà a studiare le malattie

Salute e Benessere
©Ansa

Il risultato è frutto di una collaborazione internazionale, coordinata dagli esperti dell'Istituto di Scienze Mediche di Londra del Consiglio per la ricerca medica (Mrc), che ha visto la partecipazione di 27 laboratori e più di 50 ricercatori. Al centro del lavoro il più completo atlante genetico del pesce che da decenni è al centro degli studi dei genetisti, il pesce zebra, utilizzato come modello per comprendere le caratteristiche di diverse malattie umane

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

 

È stato messo a punto il più completo atlante genetico del pesce che da ormai alcuni decenni è al centro degli studi dei genetisti, ovvero il pesce zebra, utilizzato come modello per comprendere le caratteristiche di diverse malattie umane. Il risultato è frutto di un’importante collaborazione internazionale coordinata dagli esperti dell'Istituto di Scienze Mediche di Londra del Consiglio per la ricerca medica (Mrc) e che ha visto la partecipazione di 27 laboratori e più di 50 ricercatori, tra cui anche diversi italiani. Lo studio relativo è stato discusso in un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Genetics”.

Nell’atlante 140mila regioni di Dna catalogate grazie a 1.802 campioni

approfondimento

Ottenuti in laboratorio i “geni-architetto” del corpo: lo studio

Come riferito dagli esperti, l'atlante comprende 140mila regioni di Dna catalogate grazie a 1.802 campioni, i quali dovrebbero risultare fondamentali per studiare diverse forme di tumore o ancora disturbi cardiaci e malattie neurodegenerative che colpiscono l’uomo. Il tutto a partire dal pesce zebra, ovvero il secondo modello animale più utilizzato nella ricerca biomedica e nell’ambito delle scienze della vita. “La catalogazione delle informazioni genetiche per il pesce zebra è una svolta significativa che potrebbe essere alla base di alcuni degli sviluppi più interessanti della medicina e delle scienze della vita negli anni a venire”, ha spiegato Ferenc Mueller, esperto dell'Università britannica di Birmingham e uno dei firmatari del lavoro di ricerca.

Il traguardo di un catalogo del Dna completo da sovrapporre a quello umano

I pesci zebra, hanno riferito ancora i ricercatori, rappresentano i candidati ideali per lo studio e l’analisi di differenti malattie e disturbi, dal momento che, durante la loro crescita, gli embrioni sono trasparenti e manifestano proprietà rigenerative insolite. La nuova mappa messa a punto, in quest’ottica, comprende sequenze genetiche tipiche di diversi stadi dello sviluppo di questi animali e, sempre secondo gli autori dello studio, questo rende sempre più accessibile il traguardo di un catalogo del Dna completo da sovrapporre a quello umano, con l’obiettivo di agevolare anche la ricerca di nuovi farmaci e di nuovi trattamenti. “Questo ampio studio riunisce tutti i dati in un unico quadro, consentendo ai ricercatori di tutto il mondo di affrontare questioni che non potrebbero essere affrontate da singoli studi”, ha spiegato, infine, Carsten Daub, esperto dell'Istituto svedese Karolinska e altro autore dello studio.

Salute e benessere: Più letti