Covid, la variante Omicron in Olanda prima della scoperta in Sudafrica

Salute e Benessere
©Getty

Secondo quanto riferito dalle autorità sanitarie olandesi, Omicron è stata ritrovata in due campioni di prova che erano già stati prelevati il 19 ed il 23 novembre.

Le autorità sanitarie olandesi hanno riferito che la nuova variante Omicron del coronavirus Sars-CoV-2 era presente nel Paese una settimana prima di quanto si credesse in precedenza. Secondo gli esperti olandesi, infatti, Omicron è stata ritrovata in due campioni di prova che erano già stati prelevati il 19 ed il 23 novembre. Lo ha segnalato il quotidiano “De Telegraaf”, spiegando come siano attualmente in corso controlli per verificare fino a che punto si è diffusa. È stata, invece, corretta dal Guardian, la notizia di presunti casi di variante Omicron rilevati fra i test di alcuni viaggiatori entrati in Nigeria a ottobre. Correggendo una sua precedente informazione, in cui citava il Centro per il controllo delle malattie nigeriano, la fonte riferisce che i casi rilevati erano in realtà infezioni da variante Delta. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24