Covid, dati Agenas: salgono al 5% i ricoveri nei reparti ordinari

Salute e Benessere
©Ansa

Lo certificano i dati del monitoraggio giornaliero a cura dell'Agenzia Nazionale dei servizi sanitari regionali aggiornati a ieri. Resta, invece, stabile a livello nazionale, e pari al 4%, l'occupazione dei posti in terapia intensiva

 

Dopo due settimane, mostra un aumento dell'1%, a livello nazionale, la percentuale di posti letto nei reparti di degenza occupati da pazienti Covid. Raggiunge, infatti, il 5% del totale di quelli disponibili, quota comunque lontana dai livelli critici. È quanto mostra il monitoraggio dell'Agenas (Agenzia nazionale dei servizi sanitari nazionali) che confronta i dati di ieri, 26 ottobre, con quelli del giorno precedente. Resta, invece, stabile a livello nazionale, e pari al 4%, l'occupazione dei posti in terapia intensiva. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Reparti ordinari: aumentano i ricoveri in Calabria e Lombardia

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 27 ottobre 2021

Per quanto riguarda l'occupazione di posti letto in reparto, nessuna Regione supera la soglia di allerta del 15%, ma sono due le Regioni che segnalano un aumento giornaliero: la Calabria (che passa dall'8% al 9%) e Lombardia (dal 2% al 4%). In generale il trend di aumento per diverse Regioni è iniziato già da qualche giorno: la Pa di Bolzano, ad esempio, è passata dal 4% al 9% tra il 17 e il 26 ottobre; mentre dal 25 ottobre la Sicilia è tornata all'8%, il Lazio al 6%, la Toscana al 5%, la Valle d'Aosta al 7% e la Liguria al 4%. Come detto, invece, il tasso di occupazione delle terapie intensive, in base ai dati di ieri, è stabile a livello nazionale. La percentuale è però in crescita, rispetto al 25 ottobre, in Abruzzo e Umbria, dove risale rispettivamente al 5% e all'8%.

 

Vaccini Covid, Figliuolo: "Campagna è all'86%"

 

Quanto all'andamento della campagna di vaccinazione nazionale anti-Covid, "l'obiettivo è sfondare la quota dell'86% e andare al 90%". Lo ha dichiarato il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l'emergenza Covid, in un videomessaggio al Salone della Giustizia. "Stiamo riscoprendo la normalità grazie all'effetto di una campagna vaccinale senza precedenti, che ha portato in pochi mesi proteggere oltre 46,5 milioni di italiani, che rappresentano oltre l'86% della popolazione over 12. Questi dati fanno sì che l'Italia si posizioni ben sopra la media europea, davanti a paesi come Francia, Germania e Regno Unito", ha aggiunto.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24