Covid, Pfizer: al via primi test clinici su farmaco orale

Salute e Benessere
©Getty

A darne l'annuncio è la stessa azienda farmaceutica americana in un comunicato diramato sul suo sito ufficiale, dove precisa che dagli studi pre-clinici è emersa una "potente" attività antivirale contro il virus

Pfizer ha annunciato l'avvio dei primi test clinici, quelli di fase 1, su una pillola contro il Covid. Si tratta di un nuovo farmaco antivirale orale, chiamato PF-07321332, che sarà sperimentato su adulti sani negli Stati Uniti, per verificare sicurezza, efficacia e tollerabilità.
A darne l'annuncio è la stessa azienda farmaceutica americana in un comunicato diramato sul suo sito ufficiale, dove precisa che dagli studi pre-clinici è emersa una "potente" attività antivirale contro il virus.

Potenziale terapia orale da prescrivere al primo segno di infezione

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le notizie del 25 marzo

Il farmaco "ha dimostrato una potente attività antivirale in vitro contro SARS-CoV-2, nonché attività contro altri coronavirus, suggerendo un potenziale utilizzo nel trattamento del Covid-19 e contro future minacce di coronavirus", precisa Pfizer nella nota. Il nuovo farmaco, come sottolineato dall'azienda, è "il primo inibitore della proteasi sperimentale specifico per il coronavirus somministrato per via orale a essere valutato negli studi clinici" e segue lo sviluppo di un altro farmaco analogo prodotto dalla stessa Pfizer (PF-07304814), che viene somministrato per via endovenosa ed è attualmente in fase di valutazione in uno studio clinico su pazienti Covid ospedalizzati.
“Affrontare la pandemia di Covid-19 richiede sia la prevenzione tramite vaccino che un trattamento mirato per coloro che contraggono il virus. Dato il modo in cui SARS-CoV-2 sta mutando e il continuo impatto globale del Covid, sembra probabile che sarà fondamentale avere accesso alle opzioni terapeutiche sia ora che oltre la pandemia", ha dichiarato  il professor Mikael Dolsten, Direttore Scientifico e Presidente presso il dipartimento Worldwide Research, Development and Medical di Pfizer.
“Abbiamo progettato PF-07321332 come potenziale terapia orale che potrebbe essere prescritta al primo segno di infezione, senza richiedere che i pazienti siano ospedalizzati o in terapia intensiva. Allo stesso tempo, il candidato antivirale per via endovenosa di Pfizer è una potenziale nuova opzione di trattamento per i pazienti ospedalizzati. Insieme, i due hanno il potenziale per creare un paradigma di trattamento end-to-end che integra la vaccinazione nei casi in cui la malattia si manifesta ancora".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.