Covid, Australia: un nuovo test respiratorio promette risultati in 3 minuti

Salute e Benessere
©Ansa

Il dispositivo, attualmente in attesa dell'approvazione da parte degli enti regolatori, sembra essere più efficace dei test rapidi correnti, perché sarebbe in grado di indicare anche quanto sia contagiosa una persona

Nell’ambito dello sviluppo di test rapidi in grado di svelare la positività al coronavirus, arriva da GreyScan di Melbourne, un'azienda biomedica in Australia, un nuovo dispositivo respiratorio rapido in grado di rivelare in tre minuti se un soggetto ha avuto contatti con il virus. Il test, attualmente in attesa dell'approvazione da parte degli enti regolatori e finanziamenti governativi, sembra essere più efficace dei test rapidi attuali perché sarebbe in grado di indicare anche quanto sia contagiosa una persona.

Come funziona il nuovo test rapido

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le ultime notizie del 16 febbraio

 

Una volta ricevuto il via libera da parte degli enti regolatori, l'obiettivo della società biomedica è quello di riuscire ad avviare una produzione di massa del nuovo test respiratorio entro la fine dell'anno.
L'amministratore delegato di GreyScan, Samantha Ollerton, ha dichiarato al quotidiano The Australian che il test potrà essere usato in aeroporti, strutture per anziani e in altri luoghi chiave, per determinare se le persone abbiano contratto il virus. L'azienda intende anche modificare il test per riuscire a individuare anche le varianti emergenti del coronavirus. "Il nostro obiettivo era creare un dispositivo non invasivo, ma preciso, veloce e semplice da usare. Il nostro test respiratorio funziona in meno di tre minuti. Siamo ancora ai test di laboratorio, ma i risultati sono veramente promettenti", ha aggiunto Ollerton. Dopo approvazione da parte degli enti regolatori, "la fase successiva è la commercializzazione e la produzione di massa. Stiamo cercando finanziamenti governativi per aiutare ad accelerare la produzione. Vi sono diverse altre compagnie che lavorano a test respiratori, ma puntano sui marcatori della malattia come identificatori, mentre noi siamo i soli che puntano al livello di contagiosità, a capire quanto sia contagiosa una persona", ha poi precisato l'ad dell'azienda. "I test respiratori hanno inoltre un'ampia gamma di applicazioni, offrendo non solo accuratezza e rapidità, ma anche l'assenza di fastidio".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.