Covid-19: Véran: “In Francia ripreso il controllo sull’epidemia”

Salute e Benessere

Lo ha dichiarato il ministro della Salute del Paese, Olivier Véran, in un'intervista a un gruppo di giornali regionali francesi. “Chiaramente, è troppo presto per gridare vittoria e rilassarci nel nostro sforzo. Non abbiamo ancora battuto il virus”, ha aggiunto 

“In Francia abbiamo ripreso il controllo sull'epidemia”. Lo ha annunciato il ministro francese della Salute, Olivier Véran, in un'intervista a un gruppo di giornali regionali francesi, alla luce del trend degli ultimi dati dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus nel Paese. 

Come dichiarato da Véran per la prima volta dall'inizio della seconda ondata di Covid-19, la diminuzione del numero di nuovi contagi e il calo del tasso di incidenza, registrati negli ultimi dieci giorni, portano a "credere che potrebbe essere stato superato il picco dell'epidemia”. 

French Health and Solidarity Minister Olivier Veran attends a press conference with social distance following a meeting amid the COVID-19 outbreak, caused by the novel coronavirus at the World Health Organization headquarters in Geneva on June 25, 2020. (Photo by Fabrice COFFRINI / AFP) (Photo by FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)
1222796315

Véran: “Gli ultimi dati portano a credere che abbiamo superato un picco epidemico”

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo, le ultime notizie del 16 novembre

 

"Grazie al lockdown, come nel mese di marzo, il virus comincia a circolare meno da 10 giorni consecutivi, il numero dei nuovi casi di Covid-19 diminuisce, il tasso di positività dei test e il tasso di incidenza calano. Tutto porta dunque a credere che abbiamo superato un picco epidemico”, ha precisato Véran nel corso dell’intervista, invitando i cittadini a non abbassare la guardia.  

“Riprendiamo il controllo sull'epidemia ma non abbiamo ancora battuto il virus. Chiaramente, è troppo presto per gridare vittoria e rilassarci nel nostro sforzo”, ha aggiunto il ministro francese della Salute. 

Quanto ai numeri, il bilancio complessivo di contagi dall’inizio dell’epidemia in Francia sta sfiorando i due milioni, ma Véran ha precisato: “Il numero di ingressi nei reparti di cure intensive o in rianimazione ha toccato ieri quota 270 in 24 ore, il livello più basso da 3 settimane”.

Il ministro ha poi sottolineato di "credere molto nei test antigenici”, per il "tempo prezioso" guadagnato nell'individuare persone positive e nella capacità di testare della Francia.

 

Coronavirus nel mondo, i 10 Paesi con più casi in 24 ore: l'Italia è terza, Francia quarta

 

Secondo i dati dell'Oms aggiornati a ieri, 15 novembre, sono oltre 594mila i nuovi contagi registrati in 24 ore in tutto il mondo. Il Paese che ha fatto segnare il maggior incremento su base giornaliera sono gli Stati Uniti, con oltre 181mila nuovi casi. Secondo i dati della Johns Hopkins University sono la nazione più colpita al mondo per casi totali (oltre 11 milioni e 37mila) e vittime (più di 246mila).  

Seguono l’India, con circa 41mila, l’Italia, con oltre 37mila nuovi casi nelle ultime 24 ore e la Francia che è il quarto Paese al mondo per numero di nuovi contagi (oltre 32mila).

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24