Vaccino Coronavirus, Von der Leyen: "Da aprile fino a 50 milioni di dosi al mese"

Salute e Benessere

Il range previsto dalla presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen è di circa 20-50 dosi mensili per il nostro continente. "Le misure sono state allentate troppo presto" ha invece dichiarato riguardo la seconda ondata della pandemia da Covid-19

"Nello scenario migliore, ci sarà una disponibilità di vaccini anti Covid fino a 50 milioni di dosi al mese, possibilmente da aprile". Lo ha detto Ursula Von der Leyen, la presidente della Commissione europea, rispondendo ad una domanda in conferenza stampa. Von der Leyen ha anche parlato dell’aumento dei casi di coronavirus nel continente: “Le misure sono state allentate troppo presto, ecco perché c’è stata una seconda ondata della pandemia da coronavirus, che non sappiamo neppure se sarà l'ultima" ha spiegato. "Molte cose sono state fatte in modo corretto durante la prima ondata, però le strategie di deconfinamento sono state troppo veloci”.

La presidente Ue sul vaccino

approfondimento

Coronavirus, Rasi (Ema): "Vaccino entro Natale? Ingannevole dirlo"

“Nel miglior scenario possibile, gli accordi per l'acquisto anticipato dei vaccini contro il coronavirus che abbiamo con le società farmaceutiche prevedono un range tra i 20-50 milioni di dosi consegnate ogni mese, da quando le prime società saranno pronte” ha annunciato ai giornalisti la presidente della Commissione europea Von der Layen. “Se tutti i candidati che abbiamo per la produzione dei vaccini avessero successo, nel 2021 avremo 1 miliardo e 220 milioni di vaccini – ha proseguito -. Ma anche se tutti i candidati non dovessero riuscire, potremo vaccinare 700milioni di persone". Questa mattina, il presidente dell’Agenzia europea del farmaco – incaricata di approvare la commercializzazione delle cure in Europa – Guido Rasi ha dichiarato che è “ingannevole” parlare dell’arrivo delle prime dosi prima di Natale. Secondo l’esperto le prime vaccinazioni saranno fatte tra fine gennaio e inizio febbraio 2021.

Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea
Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea - ©Ansa

Ue più forte quando agisce insieme

Sul Natale si è espressa anche Ursula Von der Leyen. “Sarà un Natale diverso – ha detto - dipende molto dai nostri comportamenti individuali, dipende molto anche dal comportamento regionale, e a livello degli stati membri ed europeo. Da tutti questi comportamenti dipendono le prossime settimane, ma il Natale di quest'anno non sarà come al solito". La presidente della Commissione Ue ha poi ribadito che con la crisi dovuta al Covid-19 “tutti abbiamo imparato che la prospettiva meramente nazionale ha i suoi limiti e che invece siamo molto più forti quando agiamo a 27".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24