World Cat Day, cos'è e perché si celebra il Giorno Mondiale del gatto

Salute e Benessere

L’8 agosto si festeggia in tutto il mondo la Giornata Internazionale del Gatto, una ricorrenza dedicata agli amici a quattro zampe venerati sin dai tempi dell’antico Egitto 

Auguri a tutti i gatti: l’8 agosto si celebra in tutto il mondo il World Cat Day, una giornata interamente dedicata agli amici a quattro zampe venerati sin dai tempi dell’antico Egitto.
La ricorrenza si festeggia dal 2002, anno in cui fu fissata in calendario dall’International Fund For Animal Welfare, che raggruppa diverse associazioni animaliste. La data scelta non è casuale: agosto è il mese dell’anno in cui sono più frequenti gli abbandoni degli animali domestici.
La Giornata Internazionale del Gatto è stata istituita al fine di promuovere le adozioni dei gatti, veicolando messaggi in grado di incrementare la sensibilità della popolazione mondiale nei confronti degli amici-felini. L’obiettivo cardine è quello di combattere ed eliminare ogni forma di violenza sugli animali e in particolare sui gatti, ambendo a limitare sensibilmente gli episodi di maltrattamento e violenza e la frequenza degli abbandoni.

Tutte le ricorrenze dedicate agli amici felini

In Italia, questi animali domestici vengono omaggiati anche in un altro giorno speciale, la Festa nazionale gatto, una ricorrenza tutta Italiana istituita nel 1990, che cade il 17 febbraio. Il giorno scelto non è casuale, il numero 17 per ‘tradizione’ viene associato alla sventura, proprio come i gatti, soprattutto quelli neri, secondo credenze medioevali ancora abbastanza radicate nella cultura europea. Febbraio, inoltre, è il mese dell’Acquario, il segno zodiacale degli spiriti liberi, che ricordano il temperamento dei gatti.
Allo ‘sfortunato’ gatto nero è dedicata una giornata ad hoc, celebrata ogni anno il 17 novembre, che mira a sfatare tutti i falsi miti che associano questo tipo di felino alla sfortuna.

Alcune curiosità sui mici

Nell’antico Egitto i mici erano considerati degli animali domestici da venerare. Venivano accuditi con cura e al momento del loro decesso venivano sepolti accanto ai loro padroni. Al giorno d’oggi gli amici felini sono tra gli animali da compagnia più amati, nonostante non amino particolarmente comunicare con i propri padroni. Ogni gatto sviluppa un linguaggio strettamente personale per riuscire ad interagire con gli esseri umani con i quali abita. Nonostante il loro temperamento da spiriti liberi e il loro pattern comportamentale particolarmente complesso, spesso omaggiano i padroni con coccole e fusa. Ma attenzione a non fraintendere i loro segnali: talvolta le fusa vengono utilizzate per manifestare dolore. È importante conoscere a fondo il proprio gatto per poter comprendere il suo linguaggio e ciò che vuole comunicare.  

Salute e benessere: Più letti