Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Pasqua 2019, solo il 3% degli italiani sceglie il vegetariano

3' di lettura

Secondo un'indagine Coldiretti/Ixè, le tavole pasquali seguiranno la tradizione: protagonisti agnello, colombe e uova (di cioccolato e non)

Il menù vegano o vegetariano non riscuote molto successo a Pasqua. Secondo un'indagine Coldiretti/Ixè, l'80 per cento degli italiani rispetterà nel 2019 la tradizione culinaria pasquale, mettendo in tavola carne, salumi, uova e formaggi. Solo il 3% sceglierà invece di rinunciare, in tutto o in parte, ai prodotti animali.

A Pasqua niente dieta

La preferenza per i piatti della tradizione come casatiello, pasta al forno e uova di Pasqua al cioccolato prevarranno anche su coloro che, in vista dell'estate, sono a dieta. Infatti, solo il 5% degli intervistati ha annunciato che consumerà un pasto ipocalorico. Un altro 5% continuerà a rispettare il proprio regime alimentare, modificato per evitare allergie e intolleranze, scegliendo ad esempio cibi senza glutine.

L'agnello e le tradizioni regionali

L'agnello resta la portata più attesa sulle tavole pasquali. Si tratta di una tradizione culinaria profondamente radicata sul territorio italiano: lo dimostrano i piatti della transumanza tramandati da secoli. Ad esempio, in Abruzzo si preparare l'agnello "cacio e ova", mentre in Molise c'è l'agnello sotto il coppo e nel Lazio non può mancare il classico abbacchio alla scottadito. La carne d'agnello può essere usata per preparare gli arrosticini o le costolette panate, la più tradizionale teglia al forno con patate alla cacciatora. L’agnello brodettato è un altro caposaldo della tradizione gastronomica italiana, insieme con le polpettine pasquali con macinato di agnello, tipiche del Trentino, fino al "Cutturiddu" pugliese, agnello cotto nel brodo con le erbe tipiche delle Murge. Da non dimenticare gli gnocchi al sugo di castrato e le tagliatelle al ragù di agnello.

Gli alimenti più gettonati

Il 70 per cento degli intervistati non si farà mancare la colomba di Pasqua. La stessa percentuale di italiani acquisterà le uova di cioccolato, ma porterà in tavola anche quelle vere, da servire sode a colazione o da colorare. Secondo una stima di Coldiretti, durante la Settimana Santa saranno utilizzate 400 milioni di uova ruspanti per preparare i piatti della tradizione. Tra i salumi pasquali non mancheranno la corallina laziale e la finocchiona toscana, la soppressata calabrese e il salame napoletano, necessario per preparare il Casatiello. Tra i formaggi, non mancherà il pecorino, servito da solo o a condimento di piatti tipici come la "Pizza di Pasqua" marchigiana.

Pasqua 2019: la riscossa degli agrichef

Molte di queste pietanze saranno al centro dei menù dei 23mila agriturismi italiani in cui operano gli agrichef, cuochi contadini che utilizzano solo prodotti coltivati nel proprio orto. Qui l'accoglienza non è solo alimentare, ma anche culturale: l'incontro con l'agrichef è infatti anche un'occasione per conoscere il territorio e valorizzare i prodotti locali.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"