Coronavirus Roma, nel Lazio 86 guariti in 24 ore: è record

Lazio

I cittadini positivi, al momento, in base alle comunicazioni della direzione generale dell'Asl Roma 6, sono complessivamente 11

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma 

Record di guariti nel Lazio, ben 86 in 24 ore: una cifra che supera quella dei nuovi casi giornalieri (83). Prosegue l'andamento stabile sotto i 100 casi, con un trend al 1,3%. I pazienti positivi allo Spallanzani invece sono 124 e di questi 20 necessitano di supporto respiratorio mentre i dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 364.
Per quanto riguarda la fase due, l'assessore ai Trasporti di Roma, Pietro Calabrese, ha dichiarato a Sky TG24 che "oggi siamo fondamentalmente pronti. Ci siamo misurati con i criteri di distanziamento massimo che erano previsti fino a ieri - ha aggiunto Calabrese -. Il decreto ha accolto la richiesta da parte degli enti locali di obbligare l'uso delle mascherine, quindi dei dispositivi di sicurezza, all'interno dei mezzi pubblici. Di conseguenza, avremo l'opportunità, come ha anche sottolineato il Ministro, di poter trasportare più persone". Ieri, invece, si sono registrati due nuovi casi positivi al Covid-19 ad Anzio. I cittadini positivi al Coronavirus, al momento, in base alle comunicazioni della direzione generale dell'Asl Roma 6, sono complessivamente 11. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:01 - Università Salesiana Roma, i contagiati salgono a 39

Dopo la somministrazione dei tamponi a tutti i 280 ospiti dell'Università Pontificia Salesiana, la Asl 1 di Roma comunica che "17 pazienti positivi sono stati trasferiti presso una delle strutture alberghiere allestite per la gestione dei casi covid paucisintomatici o in guarigione". Attualmente all'interno di una palazzina isolata dell'Università Pontificia Salesiana sono presenti 22 persone positive. Per un totale di 39 pazienti positivi, tutti in buone condizioni e in sorveglianza sanitaria della Asl, in piena collaborazione con il Rettore". "La Asl Roma 1 comunica che nella giornata di oggi 27 aprile è stata completata la somministrazione dei tamponi a tutti i 280 ospiti dell'Università Pontificia Salesiana, nell'ambito delle verifiche e dell'indagine epidemiologica avviata nei giorni scorsi a seguito della segnalazione di alcuni casi di positività al covid19", si legge nel bollettino diffuso questo pomeriggio. "Come per altre situazioni di comunità e strutture residenziali, presenti sul territorio della ASL Roma 1, le operazioni sono state gestite con la massima tempestività e con le comunicazioni dovute, senza alcun rischio per la popolazione. Un aggiornamento della situazione sarà reso nel pomeriggio di domani 28 aprile", aggiunge la Asl.

18:14 - L'assessore Meleo: "Ora manutenzioni edifici pubblici e scuole"

"Da oggi possiamo ripartire con la manutenzione degli edifici scolastici e degli edifici pubblici. Durante il lockdown non era possibile farlo visto che potevamo intervenire solo su strade e ponti, l'abbiamo fatto intensificando e anticipando tutta una serie di attività proponendo un programma di manutenzione inedito, prendendo atto che in assenza di traffico abbiamo potuto svolgere molto più facilmente e velocemente tutta una serie d'interventi". Così, a quanto si legge in una nota dell'emittente, l'assessore alle Infrastrutture di Roma Capitale Linda Meleo intervistata da Nicola Caprera durante il programma 'Gli Inascoltabili' in onda su Nsl Radio e Tv. Riguardo alla Metro C a Piazza Venezia "sono in corso le esplorazioni archeologiche. Siamo in chiusura delle procedure amministrative per portare le canne della galleria dalla stazione dei Fori fino a piazza Venezia. In questo momento si stanno aprendo in maniera massiccia tutte le lavorazioni sulla parte sui Fori, stazione e lavori sulle gallerie. Tutto sta procedendo per quella che è un'infrastruttura strategica per la nostra città".

17:47 - A Roma iniziativa solidarietà 'Mille Pasti'

Un bar nella periferia di Roma diventa il fulcro di una nuova iniziativa di solidarietà: al via da oggi, nel municipio XIII, "Mille Pasti", idea nata grazie al proprietario di un bar-tavola calda del quartiere, 'Il Pappagallo'. In questo momento così particolare per tutti, Antonio, il proprietario, voleva offrire a chi si trova maggiormente in difficoltà economiche un pasto caldo gratis. "Così mi ha chiesto di aiutarlo - racconta il promotore dell'iniziativa Angelo Belli - a rendere reale sul territorio del XIII, questa splendida offerta. Da oggi parte la prima tranche dell'iniziativa: 100 pasti al giorno per dieci giorni, per un totale di 1.000 pasti che verranno distribuiti a 100 persone disagiate. Nel nostro municipio, uno dei più grandi di Roma, il Covid-19 ha sensibilmente acuito le situazioni di povertà preesistenti di parecchie famiglie o singoli che non riescono più a far fronte alla loro necessità primaria: mettere insieme il pranzo con la cena. A questi si sono aggiunti tanti nuovi poveri, le persone che hanno perduto il lavoro". I partner dell'iniziativa "Mille Pasti" sono la 'Protezione Civile Araba Fenice Castel di Guido', la parrocchia di San Lino' di via della Pineta Sacchetti, 'San Giuseppe al Cottolengo' di Valle Aurelia e le Suore di Carità dell'Assunzione di via Prospero Santa Croce.

17:16 - Rabbino di Roma: "Non trascurare esigenze delle comunità religiose"

"La situazione sanitaria è ancora allarmante, come la prospettiva di disastri economici e sociali che ne deriveranno. Abbiamo tutti l'obbligo di rispettare le regole di salute pubblica. Ma fa parte della salute del singolo e della società anche l'armonia dello spirito con il corpo. Esistono modi per garantire accessi sicuri e riunioni di preghiera nel rispetto delle norme sanitarie. Il Governo sta prendendo in questi giorni decisioni gravi e difficili, ma non dovrebbe trascurare le esigenze spirituali delle collettività religiose, ciascuna con le sue specificità; sono proprio queste collettività che garantiscono, insieme alle altre, la tenuta sociale e lo sviluppo". Lo sottolinea in una nota il Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni.

17:10 - Nel Lazio 86 guariti in 24 ore, è record

Record di guariti nel Lazio, ben 86 in 24 ore: una cifra che supera quella dei nuovi casi giornalieri (83). Prosegue l'andamento stabile sotto i 100 casi, con un trend al 1,3%. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (20.334) e coloro che sono entrati in sorveglianza (10.902) oggi di oltre 9 mila unità. I decessi nelle ultime 24h sono 8, mentre i tamponi totali sono circa 125 mila. Nel Lazio il 23% dei casi è ricoverato in una struttura sanitaria, il 47% è in isolamento domiciliare e il 3% è in terapia intensiva. I guariti sono il 21%. L'età mediana dei casi positivi è 58 anni. Il sesso è ripartito in modo omogeneo: il 48% sono di sesso maschile e il 52% di sesso femminile. I casi positivi sono così distribuiti: il 36,4% è residente a Roma città, il 32,5% nella Provincia, il 9,4% a Frosinone, il 5,1% a Rieti, il 6,3% a Viterbo e l'8,2% a Latina. Il 2,1% proviene da fuori Regione. La nuova app della Regione 'LazioDrCovid' realizzata in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha registrato oltre 91 mila utenti che hanno scaricato l'applicazione e 2.600 medici di famiglia e 330 pediatri di libera scelta collegati. Per quanto riguarda infine i DPI - dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 205.600 mascherine chirurgiche, 40.200 maschere FFP2, 3.190 maschere FFP3, 6.200 camici impermeabili, 1.900 calzari, 43.000 guanti, 3.300 cuffie.

17:00 - Assessore regionale ai Trasporti: "Con mascherine bus al 50% capienza"

"Con le nuove norme, che visto l'obbligo di mascherine rendono meno stringente il distanziamento, pensiamo che le vetture possano essere utilizzate al 50%-60% della capienza". Lo ha detto l'assessore ai Trasporti della Regione Lazio Mauro Alessandri, in audizione in commissione regionale. "Fin dal 4 maggio Cotral avrà in servizio l'84 per cento delle vetture che circolano normalmente in un giorno feriale, Fs il 70 per cento, Atac l'88 per cento", ha aggiunto Alessandri.
"Atac ci ha comunicato che non ha personale sufficiente" per "controllare il contingentamento dei passeggeri e il rispetto dell'obbligo della mascherina: basti pensare che, per le sole stazioni delle metropolitane, abbiamo calcolato che servano almeno 4, 5 persone in quelle meno trafficate, anche il triplo nei nodi di scambio", ha detto Alessandri, in audizione in commissione regionale. E' da considerare comunque, è emerso nell'audizione, anche che la domanda di trasporto pubblico non potrà essere quella di un giorno normale vista la chiusura delle scuole e la previsione di fasce orarie diversificate per l'apertura delle attività: "Atac - ha detto ancora Alessandri - ha anche avuto, in caso servisse, la disponibilità di operatori privati per integrare il servizio in caso di difficoltà".
"Nelle riunioni a cui abbiamo partecipato della Conferenza Stato Regioni, il governo ha assicurato un'integrazione del fondo nazionale per i trasporti di 800 milioni. In più si sta lavorando anche per un contributo statale per adeguare taxi e Ncc", ha concluso l'assessore ai Trasporti del Lazio Mauro Alessandri.

15:16 - Arrivato a Fiumicino altro volo con aiuti medico-sanitari dalla Serbia

Dopo i quattro di sabato scorso e i due di ieri, è atterrato intorno alle 14.15 all'aeroporto di Fiumicino un nuovo volo speciale della compagnia nazionale Air Serbia, che ha trasportato un'altra parte del quantitativo degli aiuti medico-sanitari donati dal Paese balcanico, in segno di amicizia, solidarietà e riconoscenza verso l'Italia, che fu uno dei primi Paesi a inviare aiuti e soccorsi alla Serbia in occasione delle disastrose alluvioni del maggio 2014. Il 25 aprile la ministra serba per l'integrazione europea Jadranka Joksimovic si era recata, con il primo volo speciale, direttamente a Roma per consegnare personalmente gli aiuti al ministro degli esteri Luigi Di Maio, che l'ha accolta allo scalo romano. La donazione complessiva consiste in quattro milioni di mascherine chirurgiche e epidemiologiche, un milione di guanti e 100 mila scafandri sanitari protettivi. Su uno degli scatoloni contenenti il materiale sanitario, trasportati sabato, il presidente Vucic ha scritto in italiano il messaggio: 'Vinceremo insieme! Coraggio Italia, la Serbia è con voi!". Da programma, in tutto sono previsti otto voli speciali.

14:22 - Assessore ai Trasporti di Roma: "Per fase 2 siamo pronti"

"Oggi siamo fondamentalmente pronti", ha dichiarato a Sky TG24 Pietro Calabrese, assessore ai Trasporti di Roma, riferendosi alla fase 2 dell'emergenza Coronavirus. "Ci siamo misurati con i criteri di distanziamento massimo che erano previsti fino a ieri - ha aggiunto Calabrese -. Il decreto ha accolto la richiesta da parte degli enti locali di obbligare l'uso delle mascherine, quindi dei dispositivi di sicurezza, all'interno dei mezzi pubblici. Di conseguenza, avremo l'opportunità, come ha anche sottolineato il Ministro, di poter trasportare più persone". Secondo l'assessore questo aspetto è "molto importante perché in ogni caso, a parte il fatto che noi siamo già pronti, abbiamo ancora un'altra settimana dove continueremo con i test che abbiamo voluto con l'azienda per farci trovare il più possibile pronti il 4 maggio".

13:18 - Car sharing, nessun sostegno dal Comune di Roma

Coronavirus, crisi del car sharing: il Comune di Roma non fa sconti all'auto condivisa. L'assessorato alla Mobilità ha infatti negato la sospensione dei canoni corrisposti al Comune per ogni auto su strada dagli operatori anche in questa fase di emergenza (con business praticamente azzerato). ''Abbiamo chiesto al Comune di Roma di sospendere in questa fase di emergenza in cui i consumi di car sharing si sono ridotti del 90% il pagamento dei canoni (1.200 euro l'anno) sostenuti dagli operatori per ogni singola auto. La risposta è stata negativa - ha precisato l'Aniasa, associazione che all'interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità - A parole Governo e amministrazioni locali proclamano il proprio sostegno alla sharing mobility, nei fatti non fanno nulla per sostenerla e anzi la ostacolano. Senza un adeguato supporto a livello nazionale e locale, gli operatori di sharing saranno inevitabilmente costretti a rivedere la propria presenza sul territorio''. Gli operatori del car sharing, nonostante la drammatica riduzione del business in questa fase di emergenza, hanno mantenuto operativa l'intera flotta e i propri servizi per le improcrastinabili esigenze lavorative e di trasporto, anche a supporto delle categorie di utenti che in questi mesi sono stati costretti a muoversi, fornendo una valida alternativa a quanti per timore hanno scelto di non usufruire dei mezzi pubblici. Tutto seguendo i necessari standard di sicurezza per il contenimento dell'epidemia.

13:10 – Fase 2, la proposta: zero canone per aziende car sharing a Roma

Zero canone per le aziende di car sharing che vogliono offrire i propri servizi a Roma. Per la Fase 2 la sindaca Virginia Raggi punta tutto sullo sharing, ovvero la condivisione dei mezzi di trasporti per muoversi in città, e sulla mobilità alternativa e smart per alleggerire la pressione sui trasporti pubblici. Attualmente le aziende che operano nella Capitale pagano un canone all'amministrazione che, nelle intenzioni della prima cittadina, potrà essere azzerato. Azzerando il canone, questa è la previsione, l'offerta dovrebbe aumentare in maniera considerevole anche con l'ingresso di nuovi operatori e coprire anche quelle zone della città che attualmente non sono servite. Roma nell'ultimo semestre si è resa protagonista di un notevole incremento del bike sharing, divenendo una delle città pilota a livello mondiale. Allo stesso tempo, sono aumentate le aziende che offrono servizi di scooter sharing. L'obiettivo è rivoluzionare il trasporto cittadino, potenziando la smart mobility e riducendo il ricorso ai mezzi privati e alleggerire il peso sul trasporto pubblico.

13:06 – 58 multati nel Reatino tra il 24 e il 26 aprile

Dal 24 al 26 aprile, nel corso dei controlli compiuti nel Reatino dalle forze dell'ordine, per verificare il rispetto delle restrizioni legate all'epidemia di Coronavirus, sono state controllate 2.197 persone e 877 esercizi commerciali. Nell'ambito degli stessi controlli, fa sapere la Prefettura di Rieti, sono state elevate 58 sanzioni.

12:23 - Spallanzani: "124 pazienti positivi, 364 i dimessi"

I pazienti positivi allo Spallanzani sono 124 e di questi 20 necessitano di supporto respiratorio mentre i dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 364. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici. E' quanto si apprende da una nota della Direzione Sanitaria dell'Istituto Spallanzani.

11:45 - Raggi: “Collaborazione con NaturaSì per spesa sospesa”

"La rete di solidarietà che si è creata a Roma diventa ogni giorno più forte. Abbiamo avviato una nuova collaborazione con i supermercati NaturaSì per l'iniziativa della Spesa Sospesa. Adesso chi va a fare la spesa nei 28 punti vendita presenti a Roma potrà lasciare negli appositi scatoloni, sistemati davanti alle casse, i generi alimentari che vorrà donare". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Le donazioni - aggiunge - verranno raccolte e consegnate grazie alla squadra di dipendenti capitolini che si sono offerti volontari e che già da qualche settimana sono impegnati nella consegna dei 45 mila pacchi alimentari che la nostra Amministrazione ha acquistato. Stiamo agendo su più fronti per rendere il sostegno ai cittadini in difficoltà sempre più capillare. È un lavoro di squadra - dice ancora - che vede impegnati insieme l'Amministrazione, le associazioni, la Protezione Civile, la Polizia Locale, le parrocchie e tante aziende presenti sul nostro territorio. Una collaborazione, quella con NaturaSì, già avviata negli scorsi giorni. Il supermercato, infatti, aveva donato alla nostra città 200 pacchi di generi alimentari contenenti più di 3 mila confezioni di cibo biologico. Continuiamo a lavorare e a trovare soluzioni per sostenere e venire in contro ai nostri cittadini. Non lasciamo indietro nessuno".

9:12 – Raggi: “Più Smartwork e priorità ai genitori di under 10”

"La pianificazione strategica per la fase 2 dovrà tenere conto di una diversa organizzazione della vita e del lavoro. In questa ottica stiamo studiando formule a supporto dei dipendenti capitolini che sono anche mamme o papà. Vogliamo garantire ai genitori la possibilità di lavorare il più possibile in smart working". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Una modalità di lavoro - aggiunge - che in queste settimane di emergenza ha coinvolto l'80 per cento dei lavoratori del Comune e che continueremo a incentivare. Nelle prime settimane della 'Fase 2' manterremo una altissima percentuale di smart working. Tuttavia nella fase del rientro - conclude - concederemo questa modalità di lavoro prioritariamente alle mamme e ai papà con figli sotto i 10 anni, anche per contemperare le difficoltà derivanti dalla chiusura delle scuole".

7:18 - Due nuovi casi positivi ad Anzio

Nella giornata di ieri si sono registrati due nuovi casi positivi al Covid-19 ad Anzio. I cittadini positivi al Coronavirus, al momento, in base alle comunicazioni della direzione generale dell'Asl Roma 6, sono complessivamente 11. Lo rende noto il sindaco Candido De Angelis, che augura loro una pronta guarigione.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24