Coronavirus Lazio: 148 casi, 46 guariti e 5 decessi in un giorno

Lazio

Si amplia anche la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare, pari a 17.918 persone, e coloro che sono entrati in sorveglianza, ossia 11.960 soggetti

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma 

Sono 148 i casi registrati oggi nel Lazio con un trend al 2,8%, i guariti sono 46 nelle ultime 24 ore per un totale di 920 mentre i decessi sono stati 5 e i tamponi effettuati circa 82mila. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (17.918) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.960) di circa 6mila unità. Lo comunica l'assessore alla sanità del Lazio, Alessio D'Amato. Nel frattempo, si assiste al contingentamento sui mezzi pubblici e nelle stazioni metro, con anche contapasseggeri e segnaletica a terra su tutti bus e alle fermate per rispettare le distanze tra passeggeri. Inoltre percorsi fuori dalle stazioni più affollate e monitoraggio sui flussi di utenti sui mezzi e alle fermate attraverso le celle telefoniche. Queste le ipotesi che sta vagliando il Campidoglio per il trasporto pubblico in vista di una Fase 2. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:18 - Fiumicino, da Hertz e Tributi donazioni a Comune

Continua la gara di solidarietà delle aziende e dei cittadini di Fiumicino che si mettono a disposizione per le persone in difficoltà nel territorio comunale, alle prese con l'emergenza coronavirus. "Oggi altri due importanti gesti - spiega il sindaco Esterino Montino - Hertz ha messo a disposizione della nostra Protezione Civile un furgoncino refrigerato idoneo al trasporto e la consegna dei generi alimentari freschi. La Fiumicino Tributi, invece, ha donato al centro di Maccarese una fornitura di carne acquistata presso la Cooperativa di Testa di Lepre". "Una coincidenza perfetta - sottolinea Montino - che ci permetterà di migliorare ulteriormente, sia in termini di qualità sia di tempi, la consegna delle forniture alimentari alle persone che ne hanno fatto richiesta e che hanno i requisiti previsti dal Governo e dalla Regione". "Ad entrambe va il mio ringraziamento - conclude il sindaco - per questa dimostrazione di vicinanza al territorio e di sensibilità verso chi ha bisogno di un aiuto concreto".

19:13 - Assessore regionale Sanità: "In Veneto e Lazio bassa letalità" 

"Lazio e Veneto sono le regioni col più basso numero di letalità, il Veneto 6,1, il Lazio 5,6. Questo dovrebbe far riflettere, ha un valore importante, perché significa che un cittadino lombardo o ligure o marchigiano o anche emiliano hanno avuto 2/3 volte di possibilità in più di morire rispetto a un veneto o un laziale. Io non voglio commentare, ma sono dei fatti che vi porto". Così in video-audizione in commissione Sanità l'assessore regionale del Lazio Alessio D'Amato. Il Lazio, ha poi ricordato, è la seconda Regione per numero di tamponi rispetto al numero dei positivi: "A ieri ne avevamo eseguiti 75 mila. Il 93 per cento ha avuto esito negativo. Abbiamo ampliato la platea dei laboratori, oggi è a 18. Ci deve essere un ulteriore miglioramento". "Non ci sarà a maggio il giorno dello 'sciogliete le righe - ha detto ancora - ma una progressione, non rispetto a all'ordinarietà, perché finché non ci sarà il vaccino di ordinarietà non si può parlare, ma di convivenza col virus. Quindi bisogna domandarsi: quanto ha circolato questo virus? Noi conosciamo il dato dei positivi: l'indagine sierologica serve proprio a questo, a verificare quanto il coronavirus ha circolato".
D'Amato ha poi proseguito: "Voglio essere chiaro. Sono contento che altri, anche all'opposizione, condividano che non si può fare business sull'epidemia: se i costi e le tariffe sono chiari non c'è preclusione nei confronti dei privati. Ma se uno pensa di fare un test chiedendo 100, 150 euro per una cosa che ne costa 4,5, allora siamo su mondi inconciliabili. Stiamo parlando di speculazione. All'interno di questo quadro di regole, bene. Al di fuori non c'è possibilità alcuna di scenari collaborativi".

18:43 - D'Amato: "Cts dia definizioni tecniche sui test o partiamo"

"Come altre Regioni, siamo in attesa della definizione tecnica del Cts" sui test. "O ce la dà entro stasera, o già da domani il Lazio farà la gara per acquisire le dotazioni". Così in video-audizione in commissione Sanità l'assessore del Lazio, Alessio D'Amato. "Per omogeneità e senso dello Stato siamo in attesa del Cts - ha detto ancora D'Amato - che prima aveva detto lunedì, poi martedì, poi mercoledì... A un certo punto tracceremo una linea e andremo avanti. Serve uniformità sulle tecniche a livello nazionale per evitare che ognuno faccia una cosa diversa. Se questo non accade, domani noi comunque andremo avanti nella acquisizione dei 300 mila test di tipo 'Clia' ed 'Elisa' e partiremo.

18:10 - Campidoglio: proficuo incontro con sindacati per fase 2

Pianificare l'organizzazione della cosiddetta 'Fase 2', valutando i passaggi graduali per garantire la progressiva ripresa delle attività negli uffici di Roma Capitale alla luce delle disposizioni emanate dal Governo. E' il tema intorno cui si è sviluppato oggi il confronto in videoconferenza tra l'Assessore al Personale Antonio De Santis e le organizzazioni sindacali (Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale - Rieti, Uil Fpl Roma), facendo seguito al protocollo nazionale avente ad oggetto l'adeguamento alle norme emanate nello stato di emergenza. Lo rende noto il Campidoglio. L'assessore e i sindacati "hanno inoltre condiviso la necessità di programmare altri appuntamenti organizzativi per entrare nel dettaglio delle modalità applicative dello smart working, in seguito alla decisione dell'Amministrazione di consolidarlo nel tempo a una percentuale pari al 30% tra i dipendenti capitolini".  

17:55 - Zingaretti visita Covid Hospital Tor Vergata

Questa mattina il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti accompagnato dall'Assessore alla Sanità, Alessio D'Amato ha visitato il COVID Hospital di Tor Vergata. Ad accoglierli il direttore generale del Policlinico di Tor Vergata, Tiziana Frittelli. "Siamo venuti questa mattina per ringraziarvi dello straordinario lavoro che state facendo - ha detto Zingaretti parlando al personale del Policlinico di Tor Vergata - in poco tempo questo ospedale ha saputo cambiare rimodellando la sua offerta sanitaria per l'emergenza COVID ed è stato fatto un grande lavoro e per questo vogliamo ringraziare tutti i medici, gli infermieri e gli operatori. Ora non dobbiamo mollare e mantenere alta l'attenzione perché la strada è ancora lunga e in attesa di un vaccino dobbiamo convivere ancora con questo virus". "Adesso si apre una fase in cui dovremmo potenziare molto il territorio. Qui al COVID Hospital di Tor Vergata è stato fatto un grande sforzo e ci tenevamo con il Presidente a ringraziarvi perché siete stati importanti nella rete per l'emergenza" ha concluso D'Amato.

17:34 - Nel Lazio 148 casi, 46 guariti e 5 decessi in un giorno

Sono 148 i casi registrati oggi nel Lazio con un trend al 2,8%, i guariti sono 46 nelle ultime 24 ore per un totale di 920 mentre i decessi sono stati 5 e i tamponi effettuati circa 82mila. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (17.918) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.960) di circa 6mila unità. Lo comunica l'assessore alla sanità del Lazio, Alessio D'Amato. Oggi scade inoltre il bando per medici ed infermieri per le Unità speciale di continuità assistenziale regionale. La nuova app della Regione 'LazioDrCovid' in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 87mila utenti che hanno scaricato l'applicazione e 2.300 medici di famiglia e 315 pediatri di libera scelta collegati. Per quanto riguarda infine i DPI - dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 318.900 mascherine chirurgiche, 40.800 maschere FFP2, 480 tute idrorepellenti, 26.100 calzari, 8.000 guanti, 41.600 cuffie

17:06 - D'Amato: "Servirà riforma per Rsa e case di riposo"

Quello delle Rsa e delle case di riposo "è un tema che ci è ben presente e non da oggi". Le criticità e le irregolarità emerse con l'emergenza coronavirus richiederanno "una riforma" del settore. E' quanto ha spiegato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, in video-audizione in commissione regionale. D'Amato ha spiegato di aver inviato a tutte le strutture, i Comuni e i prefetti le linee guida già da febbraio; a marzo inoltre è stato dato impulso alle ispezioni, ed è stata "attivata una linea permanente di flusso di trasmissioni dati con i Nas dell'alto e basso Lazio e di Roma. A oggi - ha detto D'Amato - sono 335 le strutture ispezionate, specie Rsa ma anche case di riposo. Per le case di riposo il tema è più complesso, perché il controllo è ai Comuni e la norma consente con più difficoltà un chiaro monitoraggio, tant'è che dalle ispezioni sono state rilevate anche case di riposo abusive, ne ricordo una a Fonte Nuova, dove sono stati denunciati i proprietari".
"Il tema delle case di riposo - ha detto ancora l'assessore - deve essere all'attenzione della commissione e del Consiglio, anche nell'ottica di una riforma". Dalle ispezioni, ha spiegato, sono emerse "due costanti": la prima è che "gli ospiti il più delle volte non sono autosufficienti, ed è un elemento grave perché contrasta con la norma regionale", la seconda è il ricorso intensivo "a personale scarsamente formato e precario, che 'gira' queste strutture periodicamente e che spesso è stato il veicolo del contagio stesso". Per cui il settore "va fortemente attenzionato in questa fase, e servirà un approfondimento legislativo". Anche sulle Rsa "proseguono le ispezioni: c'è ancora un grande percorso da fare. Due gli obiettivi: definire gli accessi e i percorsi interni sanitari, e poi la formazione del personale". D'Amato ha inoltre citato il caso di Rocca di Papa, con "la totale insufficienza della direzione sanitaria del presidio. Sono sorpreso - ha sottolineato - di come possano ancora sussistere situazioni in cui vengono dati ruoli così importanti a soggetti senza le caratteristiche". Questo monitoraggio comunque "continuerà: oggi un elemento fondamentale è quello riferito ai cluster delle Rsa". 

17:04 - Assessore regionale Sanità: "Spero normalizzazione rete per maggio"

"In generale la rete del suo complesso sarà potenziata, con i nuovi 20 posti di biocontenimento allo Spallanzani, e l'ospedale militare del Celio per 120 posti. Entro fine mese questo ci consentirà di riarticolare la rete e molte strutture torneranno nell'assetto precedente. Ma questo dovrà tenere conto di una lettura attenta della curva". Così in video-audizione in commissione Sanità l'assessore regionale del Lazio Alessio D'Amato. Riguardo all'andamento epidemico, per D'Amato "la curva si è molto abbassata. E' cresciuto il numero dei guariti, e questo ha ridotto anche la pressione verso gli ospedali. Nelle province la rete sta rispondendo molto bene: è un elemento importante, sia quella ospedaliera che quella di laboratorio, dove c'è una risposta importante". Riguardo al futuro "seguiamo con attenzione l'andamento della curva epidemica. Adesso siamo attorno al 2,5%, ci aspettiamo che si possa attestare a fine mese sotto al 2, verso l'1. Questo ci consentirà di riarticolare la rete ospedaliera, compresa quella delle province. Questo perché c'è stato un 'cambio di pelle' legato all'esigenza del Covid, ma in gestione ordinaria verranno mantenuti in piedi i Covid hospital e i settori di malattie infettive della rete".
"Riguardo al reperimento dei reagenti per i test Covid - conclude D'Amato - si tratta di un tema importante, nazionale e sovranazionale. Abbiamo attivato i nostri canali, finanche le facoltà di Chimica, sia nelle università di Roma che in altre del Lazio, che si sono rese disponibili a lavorare a protocolli per favorire la produzione di reagenti. E' una produzione non illimitata, rischia di mettere in difficoltà i passaggi successivi".

16:45 - Fiumicino, proroga imposta soggiorno per strutture turistiche

È stata approvata dalla Giunta di Fiumicino la proroga delle scadenze dei versamenti dell'imposta di soggiorno da parte delle strutture turistiche. Il nuovo termine per il primo trimestre sarà 31 luglio 2020; il 30 settembre sarà il turno del secondo trimestre, mentre il 30 novembre e il 16 gennaio rispettivamente per il terzo e il quattro trimestre.

15:41 - Da centro Car transenne per mercati rionali

In una situazione di grave disagio economico e sociale il Centro Agroalimentare di Roma, dopo avere sospeso temporaneamente i canoni agli operatori del settore agroalimentare e ittico, lancia l'iniziativa "Distanti, ma uniti" che prevede la sponsorizzazione per il noleggio dei transennamenti e delle divisioni necessari per riaprire più attività possibili all'interno dei mercati rionali soprattutto per quelli su strada. Lo rende noto lo stesso Car in una nota. L'iniziativa, spiega sempre la nota, rientra in una serie di provvedimenti che il Car sta mettendo in campo per sostenere il settore agroalimentare e ittico al dettaglio e prossimo ai cittadini.

15:21 - Un decesso e nessun nuovo contagio nel Reatino

Per il secondo giorno consecutivo non si registrano nuovi contagi da Covid 19 nel Reatino. "All'esito delle indagini eseguite nelle ultime ore, non si evidenziano nuovi soggetti positivi al test Covid-19. Si registra un decesso: il paziente, uomo, 62 anni, era ricoverato presso l'Unità di terapia intensiva dell'ospedale de' Lellis di Rieti. In provincia di Rieti i soggetti positivi al test scendono a 377", fa sapere il bollettino sanitario giornaliero diramato dalla direzione generale della Asl di Rieti. Nel Reatino, fa sapere la stessa Azienda sanitaria, scendono a 154 i soggetti in sorveglianza domiciliare, 133 di questi sono asintomatici, mentre 21 sono sintomatici e già sottoposti al tampone. Sono, invece, 60 i soggetti usciti dalla sorveglianza domiciliare e 7 quelli che in queste ore si sono negativizzati e per i quali è stata attivata la procedura di rientro dalla struttura Covid di Casal Palocco (Roma) a Rieti. Ulteriori 4 contagiati sono guariti, risiedono a Rieti, Contigliano, Fara in Sabina e Poggio Mirteto. Il totale dei guariti dall'inizio dell'emergenza sale pertanto a 14 e a 28 quello delle vittime.

14:48 - Truffa a Roma, finta raccolta rifiuti a domicilio

Finti operatori Ama che raccolgono spazzatura a domicilio, previo pagamento, presso famiglie che hanno casi di positività. Una truffa contro la quale l'azienda romana ha presentato oggi una denuncia alla Procura di Roma. "L'azione legale è stata intrapresa dalla municipalizzata capitolina sulla base della notizia di possibili reati a danno dell'azienda e dei cittadini costretti a casa - lo comunica Ama S.p.A - in particolare la segnalazione di individui che si spaccerebbero per dipendenti o incaricati dell'azienda e che offrono, anche a fronte di richieste di pagamento, il ritiro dei rifiuti a domicilio. Come già chiarito in precedenza (per mettere in guardia da possibili truffe l'azienda ha infatti diramato un comunicato già il 4 aprile scorso), Ama S.p.A. non ha mai autorizzato nessuno, personale proprio o appartenente a ditte esterne, ad entrare nelle abitazioni private per effettuare la raccolta dei rifiuti ed evidenzia che è abusiva qualunque richiesta di denaro a nome dell'azienda, poiché anche i prelievi dedicati alle persone in quarantena temporanea sono svolti senza costo aggiuntivo per questi utenti". Il servizio di raccolta domiciliare dedicata riservato ai cittadini risultati positivi al virus Covid 19, svolto da personale di società in appalto, avviene prendendo contatto diretto con queste utenze, sulla base dei nominativi forniti ad Ama dalle autorità competenti. La raccolta viene effettuata al piano stradale o sul pianerottolo e gli incaricati, sempre dotati di tutti i necessari dispositivi di sicurezza, non sono assolutamente autorizzati ad accedere all'interno delle abitazioni né tantomeno a esigere pagamenti. "Rinnoviamo l'invito, rivolgendoci in particolare alle persone anziane o che vivono sole - dichiara il direttore tecnico di AMA Marco Casonato - a prestare la massima attenzione e a diffidare da richieste anomale che dovessero giungere a nome e per conto della nostra azienda. Anche nei contatti mirati autorizzati per consentire i prelievi dei rifiuti ad hoc delle persone in quarantena temporanea, gli operatori incaricati forniscono elementi di riconoscimento e, in ogni caso, nel più stretto rispetto della privacy, il prelievo avviene, nei giorni e nelle fasce orarie preannunciate al telefono, gratuitamente, sul pianerottolo o al piano strada".

14:31 - Sindaco Fiumicino: "In corso check su strutture scolastiche"

Già in corso, nel Comune di Fiumicino, un check sulle strutture scolastiche in vista del futuro rientro parziale o totale nelle aule degli studenti. E' quanto reso noto al termine della riunione del Centro operativo comunale, sull'emergenza coronavirus. "Una verifica per vedere come intervenire a livello di manutenzione ordinaria e straordinaria e di efficientamento tecnologico sugli edifici esistenti e nei cantieri in via di conclusione per garantire agli studenti sicurezza, distanze e diritto allo studio in condizioni paritarie per tutti. Su questo argomento ci sarà una commissione permanente dei dirigenti interessati per procedere con celerità", spiega il sindaco Esterino Montino. "Recepiamo anche l'ordinanza regionale - dichiara Montino - che permette lavori di manutenzione e cura degli stabilimenti balneari prima che vadano in malora e in vista della riapertura della stagione balneare. I titolari, previa compilazione della scheda in allegato e che si trova anche sul sito del Comune da inviare alla Prefettura, potranno procedere ai lavori garantendo però tutte le necessarie norme di sicurezza e di distanza all'interno dei cantieri". "Alla Prefettura - aggiunge - come da decreto invieremo anche l'elenco degli interventi dei lavori pubblici che abbiamo intenzione di portare avanti in questo periodo, per avere le necessarie autorizzazioni a procedere. A questo affiancheremo la normale programmazione di manutenzione del verde e delle strade, affinché la cura e il decoro del territorio non vengano tralasciati in questo periodo".

14:20 - Sindaco di Fiumicino: "Tra gli aiuti anche card da 50 euro"

Al fianco del sistema di confezionamento e distribuzione di pacchi alimentari per le famiglie bisognose del territorio, messo in piedi nel centro di Maccarese, l'ammministrazione comunale di Fiumicino acquisterà, per circa 100 mila euro, carte di credito ricaricabili su circuiti diffusi in tutto il territorio del valore di circa 50 euro l'una. Saranno consegnate alle famiglie con bambini, persone intolleranti o ammalate per l'acquisto di prodotti specifici. Lo rende noto il sindaco Esterino Montino, al termine della riunione del Coc, il Centro operativo comunale. "Questo ci permetterà di coprire al meglio la numerosa utenza che si sta rivolgendo ai nostri Servizi sociali per un aiuto in questo momento di emergenza. Per quanto riguarda la scelta dei prodotti alimentari di base contenuti nei pacchi, sosterremo la filiera corta e il chilometro zero delle nostre aziende agricole che producono frutta, verdura, carne e latte e che già hanno dimostrato grande generosità donando quintali di prodotti per i bisognosi", spiega Montino.

14:13 - Regione Lazio, diffida a casa di cura San Raffaele di Rocca di Papa

Inizia con la diffida del direttore sanitario, perché sprovvisto di specializzazione, l'iter per la revoca dell'autorizzazione da parte della Regione Lazio alla struttura San Raffaele di Rocca di Papa da due giorni isolata con un cordone sanitario. "Ieri è stato diffidato il legale rappresentante della casa di cura San Raffaele di Rocca di Papa perché il direttore sanitario che sta gestendo dal 1° marzo tutta questa fase risulta sprovvisto di titolo di specializzazione. Sono state pertanto avviate le procedure previste dalla norma che prevedono in caso di inadempienza la sospensione dell'autorizzazione -spiega l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio- - E' un fatto grave che la gestione sanitaria di un presidio così importante sia stata affidata ad un medico sprovvisto del titolo di specializzazione la diffida è stata anche notificata all'Ordine dei Medici di Roma e inviata ai Carabinieri dei NAS". "Dai primi rilievi dell'audit clinico che sta svolgendo la Asl Roma 6, in accordo con il Servizio regionale sorveglianza malattie infettive - Spallanzani emerge che le misure di prevenzione finora adottate non risultano efficaci e che non sono state rispettate le disposizioni impartite dalla Regione sin dal febbraio scorso. La documentazione verrà messa a disposizione delle autorità competenti". La Asl Roma 6 verificherà puntualmente il rispetto di queste misure ed ha distaccato uno specifico tecnico della prevenzione che coordinerà le azioni di monitoraggio e verifica.

13:50 - Protesta davanti al carcere di Rebibbia

Questa mattina, davanti al carcere di Rebibbia (area urbana del Municipio IV di Roma), è stato organizzato un presidio non autorizzato di una ventina di attivisti e parenti, che hanno protestato per le condizioni di detenzione all’interno della prigione in piena emergenza coronavirus. La polizia di Stato è giunta sul posto per sedare la situazione. Al termine della manifestazione, alcuni partecipanti sono stati caricati sul mezzo delle forze dell’ordine e sono stati condotti in commissariato per poter essere identificati.

13:47 - Raggi: "Quest'estate in arrivo 328 nuovi bus"

"Quest'estate inizieranno ad arrivare i 328 nuovi bus che abbiamo acquistato. Dobbiamo essere pronti a ripartire quando sarà il momento e dall'inizio dell'emergenza non abbiamo mai smesso di lavorare per la città". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Questi autobus - prosegue - si aggiungeranno ai 227 già arrivati nel 2019. Parliamo di oltre 400 mezzi messi su strada sin dal nostro insediamento. La nuova flotta Atac consentirà di migliorare e potenziare il servizio di trasporto pubblico dove necessario, soprattutto nelle linee più periferiche. Più bus significa per i passeggeri meno attese alle fermate e spostamenti più veloci. Nei depositi abbiamo trovato un parco mezzi con un'età media di oltre 12 anni. Un'eredità pesante. Grazie ai nostri acquisti abbiamo fatto un passo in avanti, ottenendo un risultato importante per la nostra città, che va a beneficio di cittadini, lavoratori e turisti. Oggi più che mai - conclude Raggi - dobbiamo avere fiducia e speranza nel futuro. Insieme ce la faremo".

12:51 - Atac, tra le ipotesi Fase 2 contapasseggeri e percorsi in stazione

Contingentamento sui mezzi pubblici e nelle stazioni metro, contapasseggeri e segnaletica a terra su tutti bus e alle fermate per rispettare le distanze tra passeggeri. Inoltre percorsi fuori dalle stazioni più affollate e monitoraggio sui flussi di utenti sui mezzi e alle fermate attraverso le celle telefoniche. Queste le ipotesi che sta vagliando il Campidoglio per il trasporto pubblico in vista di una Fase 2. Al trasporto pubblico, essenziale per una ripresa seppure parziale delle attività, vengono dedicate costantemente riunioni con tecnici Atac e dirigenti del Comune. L'obiettivo naturalmente è quello di evitare contagi e mantenere il distanziamento tra le persone. Per questo motivo oltre al contingentamento e a personale dedicato per contare materialmente i passeggeri sulle linee più frequentate si pensa anche a delimitare lo spazio per passeggero con una segnaletica ad hoc non solo sui bus ma anche alle stazioni. Inoltre si pensa di delimitare percorsi per guidare i passeggeri, distanziandoli, fin fuori le stazioni. Inoltre, oltre alle sanificazioni straordinarie già messe in campo, si ragiona sulla pulizia di filtri di aerazione e climatizzazione di tutti i mezzi. Nel piano che si sta redigendo si prevede anche di incentivare mezzi alternativi al bus come la realizzazione delle piste ciclabili previste nel Piano Urbano di Mobilità Sostenibile di Roma Capitale. Altro elemento fondamentale sarà quello di velocizzare le corse di bus che, per necessità sanitarie, saranno a capienza ridotta: si avvierà infatti anche la realizzazione immediata di corsie preferenziali.  

11:19 - Compie 100 anni e festeggia con il tablet

Nicola ha festeggiato i suoi 100 anni nella casa di riposo gestita dalla Nuova Sair al Divino Amore a Roma e lo ha fatto virtualmente anche con i suoi parenti grazie ai due tablet che sono stati donati alla struttura, che accoglie 20 anziani. "Sembra una cosa normale, ma in realtà al tempo del Covid 19 - spiega la dottoressa Paola Valvano, responsabile
della struttura - tutto è più difficile soprattutto per una persona anziana lontana dai propri affetti". 

10:01 - Virginia Raggi: "Forno dona pane per chi è in difficoltà"

"Se hai bisogno questo è per te". Così si legge su un cartello fuori da Bon Pan, un panificio in via Lorenzo il Magnifico. I proprietari, infatti, hanno messo fuori dal negozio alcune buste con pane, pizza, biscotti e altri generi alimentari a disposizione di chi è più in difficoltà". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Girando per la nostra città è facile imbattersi in simili iniziative di solidarietà. Tante ne sono nate a Roma in questo periodo di emergenza e ringrazio tutti coloro che hanno avuto un pensiero per i cittadini più fragili. Come ci racconta la proprietaria del panificio, in poco tempo hanno iniziato ad aderire all'iniziativa anche molti clienti che stanno contribuendo lasciando parte della loro spesa. Altri negozi nella zona hanno cominciato a fare lo stesso, in una vera e propria corsa alla solidarietà".

7:04 - Visite in video a defunti nel cimitero di Frosinone

Da oggi a Frosinone si potranno salutare i defunti sepolti nel cimitero di Colle Cottorino, in diretta video su Whatsapp, come se si fosse fisicamente lì. L'idea è dell'amministrazione comunale. In particolare, chiamando il numero 342 9967003 solo su Whatsapp, si potrà prendere appuntamento per 'entrare' nel cimitero e visitarlo a distanza. Poi, nel giorno previsto, quando l'operatore del cimitero o il volontario della Protezione civile sarà arrivato davanti alla tomba del defunto, attraverso il telefono, il parente a casa potrà 'salutarlo' e raccogliersi in preghiera per due minuti. Il servizio, in fase sperimentale, garantirà dalle 30 alle 40 visite al giorno.

7:01 - Virginia Raggi: "Potenziata distribuzione dei buoni spesa"

"Abbiamo potenziato la distribuzione dei buoni spesa cartacei a Roma. Nei prossimi giorni più vigili si occuperanno di consegnarli direttamente a casa delle famiglie in difficoltà. Ad oggi sbloccati 13 mila ticket". Così su Twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24