Nomine Mef: Barbieri nuovo direttore generale del Tesoro, Mazzotta alla Ragioneria

Politica

In serata il via libera alle scelte proposte da Giorgetti. Economista e market strategist con 25 anni di esperienza nei mercati finanziari, Barbieri ha lavorato per alcune delle maggiori banche di investimento. Ora prenderà il posto di Rivera. Ilaria Antonini all’amministrazione generale del personale e dei servizi

ascolta articolo

Esce Rivera, entra Barbieri. Aveva usato una metafora calcistica il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, parlando della possibile conferma di Alessandro Rivera come direttore generale del Tesoro. Ed ecco, tornando al calcio, invece la sostituzione. Il Ministero dell'economia e delle finanze ha infatti inviato alla Presidenza del Consiglio, che ha dato il via libera in serata, la proposta di nomina dei direttori generali dei dipartimenti del Tesoro (Riccardo Barbieri), Ragioneria (Biagio Mazzotta) e Amministrazione Generale del personale e dei servizi (Ilaria Antonini). 

Chi è il nuovo direttore generale del Tesoro

vedi anche

Nomine del governo, confermato Ruffini alle Entrate

Riccardo Barbieri Hermitte, nuovo direttore generale al Tesoro al posto di Alessandro Rivera, nasce a Roma il 25 aprile del 1958. Scelta interna per una delle poltrone più importanti di via XX Settembre, visto che Barbieri è dal 2015 capo economista responsabile della direzione Analisi Economico Finanziaria del dipartimento del Tesoro. Economista e market strategist con venticinque anni di esperienza nei mercati finanziari, Barbieri ha lavorato per alcune delle maggiori banche di investimento: J.P. Morgan, Morgan Stanley e Bank of America-Merrill Lynch. È inoltre stato il capo dell’Independent Research Department e Chief Economist in Mizuho International, la succursale londinese della banca d’investimento giapponese Mizuho Securities.

Il ministro dell'Economia Giorgetti (a sinistra) e Riccardo Barbieri (a destra)

Politica: I più letti