Ballottaggio elezioni comunali Como, il nuovo sindaco è Alessandro Rapinese

Politica
Facebook

Il candidato civico, agente immobiliare 46enne e consigliere comunale dal 2008, ha raccolto il 55,36% delle preferenze e ha battuto la candidata di centrosinistra Barbara Minghetti (44,64%)

ascolta articolo

È Alessandro Rapinese il nuovo sindaco di Como. Il candidato civico, al terzo tentativo in 15 anni e per la prima volta al ballottaggio, ha sconfitto in rimonta con il 55,36% la candidata del centrosinistra Barbara Minghetti (44,64%), che non ha atteso la conclusione dello scrutinio per ammettere la sconfitta: "Continuerò a impegnarmi per la città. In bocca al lupo ad Alessandro" (LE ELEZIONI IN DIRETTA - LO SPECIALE SULLE COMUNALI DI SKY TG24).

I risultati del primo turno

leggi anche

Elezioni comunali, ballottaggi: alle 23 affluenza definitiva al 42,19%

Rapinese, agente immobiliare 46enne, è consigliere comunale dal 2008, prima con il centrodestra poi con la lista civica personale. Da sempre critico con il sistema dei partiti, ha saputo incanalare il voto di protesta facendo quello che a livello nazionale è riuscito a fare il Movimento 5 Stelle che, infatti, a Como ha sempre preso pochissimi voti. Favorito anche dall'esclusione per la prima volta dal ballottaggio del centrodestra, che ha presentato ricorso al Tar, ha ottenuto oltre il 55% dei voti, partendo dal 27,33% di due settimane fa, contro il 39,38% della rivale. Una vera e propria doccia fredda per Minghetti, manager culturale di 57 anni moderata, che rispetto al primo turno ha avuto un crollo di preferenze. Mille in meno quello ottenute rispetto a due settimane fa. "Sapevo che col ballottaggio si ripartiva da zero - commenta Minghetti - Sono comunque contenta del lavoro fatto e lavorerò lo stesso per la città, sia in Consiglio comunale che fuori".

Politica: I più letti