Il congedo di paternità aumenterà fino a tre mesi, l'annuncio della ministra Bonetti

Politica

Nel Family Act, "che attende l'ultimo voto alla Camera e poi passerà al Senato, è prevista la riforma complessiva dei congedi parentali", ha dichiarato la ministra per la Famiglia e le Pari opportunità, che ha aggiunto: "Ad oggi abbiamo 10 giorni obbligatori ma serve una riforma che porti a un aumento dei giorni ma anche all'aumento della condivisione e della flessibilità di utilizzo di questo strumento"

"Il governo si è già impegnato e continuerà a impegnarsi per garantire il congedo di paternità obbligatorio oltre i 10 giorni previsti: nel Family Act si prevede fino a tre mesi di congedo di paternità con un aumento graduale, ma l'importante è parificare la responsabilità maschile a quella femminile". Parlando del disegno di legge delega per il quale si batte da tempo, la ministra della Famiglia e le Pari opportunità in quota Italia Viva Elena Bonetti si è anche detta orgogliosa dell’impegno preso da 30 amministratori delegati di grandi aziende italiane e internazionali in apertura del 'Women's Forum G20 Italy', durante il quale è stato firmato il patto 'Zero gender gap'.

Parità di genere

approfondimento

Family act, Cdm approva: congedi, assegno universale per figli. MISURE

"Sono orgogliosa del fatto che sotto la presidenza italiana del G20 e in un momento storico cruciale come questo gli amministratori delegati di così importanti aziende abbiano aderito a un impegno significativo e concreto per il raggiungimento della parità di genere e l'empowerment femminile", ha proseguito la ministra. "L'Italia ha messo al centro dell'attenzione il tema in tutto il G20. È un momento di grande opportunità e di grande responsabilità – ha dichiarato -. Il nostro governo è primariamente impegnato nel mettere al centro la parità di genere e nel mettere a terra gli obiettivi che nell'ambito della prima strategia nazionale per la parità di genere porteranno il nostro Paese a fare finalmente passi avanti verso il pieno raggiungimento degli obiettivi".

La riforma dei congedi parentali

approfondimento

Bonetti a Sky TG24: "Evitare part-time involontario delle donne"

Secondo la ministra è centrale "rimuovere il gap in entrata nel mondo del lavoro: oggi per un'azienda costa di più assumere una donna e questo costo va rimosso", così "colmare il divario salariale è uno degli obiettivi della strategia nazionale della parità di genere: il nostro Paese è agli ultimi posti in Europa per figli che nascono e lavoro femminile. Noi vogliamo ribaltare questo schema e lo facciamo con il Family Act e con la strategia nazionale sulla parità di genere". Nel Family Act, "che attende l'ultimo voto alla Camera e poi passerà al Senato", conclude Bonetti, "è prevista la riforma complessiva dei congedi parentali. Ad oggi abbiamo 10 giorni obbligatori ma serve una riforma che porti a un aumento dei giorni ma anche all'aumento della condivisione e della flessibilità di utilizzo di questo strumento".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24