Berlusconi, incontro con Meloni a Villa Certosa per discutere di alleanze

Politica
©Ansa

La leader di Fratelli d’Italia siè recata in Costa Smeralda insieme al fedelissimo Ignazio La Russa per vedere il Cavaliere. Fonti azzurre riferiscono di un clima “assolutamente cordiale”. Il pranzo aveva lo scopo di superare le incomprensioni e rafforzare il clima di collaborazione tra le diverse forze del centrodestra

Il 3 agosto, nel giorno in cui si è chiusa la festa della Lega in Romagna, Giorgia Meloni ha incontrato Silvio Berlusconi nella sua residenza estiva di Villa Certosa, in Sardegna. Un pranzo, che fonti vicine al cavaliere definiscono “assolutamente cordiale”, per superare le incomprensioni e rafforzare il clima di collaborazione tra le diverse forze del centrodestra. La prospettiva è quella di presentarsi uniti nel 2023 quando, finita la stagione del governo di Mario Draghi, tornerà il confronto tra centrodestra e centrosinistra. Anche fonti di Fratelli d'Italia confermano che il clima è stato buono. Ma sottolineano l’importanza di riprendere i contatti dopo una serie di scelte del centrodestra di governo.

Il pranzo e i nodi da affrontare

leggi anche

Berlusconi: "Nel 2023 offrirei a elettori partito unico centrodestra"

Ad accompagnare Meloni c’era il vicepresidente del Senato ed esponente FdI Ignazio La Russa. Al confronto ha partecipato anche la fidanzata di Berlusconi Marta Fascina. Dopo un giro sulla macchinina per mostrare la tenuta in Costa Smeralda, si è tenuto il pranzo. Meloni e La Russa avrebbero ribadito al Cavaliere il principio di fedeltà alla coalizione che li ha sempre guidati, anche a costo di pagare in passato prezzi elettorali. Ma farebbero notare come le scelte di Fi e Lega al governo siano state “poco rispettose” del terzo alleato di centrodestra. Dal Copasir, alla Cda della Rai, alla Vigilanza, il partito di Meloni da mesi lamenta una scarsa attenzione degli alleati e, in ultima analisi, di un mancato rispetto di accordi presi insieme.

Le rassicurazioni del Cavaliere

leggi anche

Meloni: “Non sono no vax, ma sono contraria all’obbligo vaccinale”

Non si sarebbe parlato di nomine o poltrone, ma Berlusconi avrebbe preso atto delle posizioni di FdI. Per Fratelli d’Italia è importante ribadire a Fi e Lega che l'orizzonte temporale del cosiddetto 'centrodestra di governo' debba limitarsi al solo esecutivo Draghi, e non a prospettive future. E il Cavaliere ha rassicurato gli alleati sulla volontà di tornare sulla stessa linea dopo il 2023 e la fine della legislatura. L'obiettivo comune, riferiscono fonti azzurre, è quello di andare avanti, come centrodestra unito e compatto per vincere le prossime elezioni.

La risposta della Lega

leggi anche

Elezioni a Milano, Salvini: “Capolista? Se serve mi candido”

In serata, fonti della Lega hanno ricordato che “l'unità, la forza, la compattezza della coalizione è un valore fondamentale, che differenzia il centrodestra da una sinistra divisa e litigiosa". Non si sono risparmiati dal lanciare un monito a FdI: "Bisogna andare avanti con il progetto della Federazione, per sostenere compatti il governo Draghi, e per poi vincere con una coalizione compatta le elezioni del 2023".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24