Dpcm, trattativa con le Regioni. La firma slitta a domenica 25 ottobre

Tra le nuove misure dovrebbero esserci chiusure anticipate e la domenica per bar e ristoranti. Resta il nodo degli spostamenti tra le Regioni. Rinviata la fumata bianca e la conferenza stampa di Conte

1 nuovo post

Prima bozza Dpcm, stop a parchi divertimento e tematici

'"L'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; è consentito l'accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad aree gioco all'interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto nel rispetto delle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia". E' quanto si legge nella bozza del Dpcm, in via di definizione. Sono invece sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento.
- di Daniele Troilo

Speranza: "Misure rigorose e robuste per governare curva"

Servono "misure rigorose, robuste e serie" per "governare la curva e raffreddare la situazione" epidemiologica, evitando di arrivare a "misure più drastiche". Così il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto si apprende, ha spiegato nel corso della riunione con le regioni il nuovo Dpcm. "Abbiamo un'impennata significativa - ha detto - e dobbiamo fare i primi interventi per iniziare a stringere e dare un segnale al Paese che stava cambiando qualcosa. Non possiamo avere l'obiettivo immediato di azzerare RT, che ieri era ad una media nazionale di 1.5, ma dobbiamo assolutamente abbassarlo perché non è sostenibile".
- di Daniele Troilo

Prima bozza dpcm, stop a ristoranti-bar dopo le 18

"A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono sospese la domenica e i giorni festivi; negli altri giorni sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00." Lo prevede una prima bozza del Dpcm a cui sta lavorando in queste ore il governo. Si tratta di una bozza in via di definizione e fonti dell'esecutivo precisano che, in vista di quella finale, le misure potrebbero cambiare. Nella bozza di prevede che dopo le 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico mentre è consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitaria. E' consentita fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
- di Daniele Troilo

Fipe Confcommercio, o ristori immediati o siamo morti

"Non possiamo sopportare gli oneri di un' ulteriore chiusura", "o ci sono interventi economici seri e immediati o la ristorazione è morta". Così il direttore generale di Fipe Confcommercio Roberto Calugi commentando la prima bozza del dpcm che prevedrebbe la chiusura di locali e ristoranti alle 18 e lo stop nei festivi. Fipe Confcommercio chiede "ristoro a fondo perduto, proroga del credito d'imposta sulle locazioni, blocco degli sfratti, cassa integrazione e sospensione delle scadenze fiscali come Ires e Irpef". Non vogliamo entrare nel merito se sia giusto o sbagliato, dice Calugi, " ma temiamo anche che questa chiusura e questi sacrifici non produrranno i risultati sperati, perché è evidente che gli ambiti di contagio sono altri".
- di Daniele Troilo

Prima bozza Dpcm, si raccomanda smart working attività professioni

"In ordine alle attività professionali si raccomanda che esse siano attuate anche mediante modalita' di lavoro agile, ove possano essere svolte al proprio domicilio o in modalita' a distanza". E' quanto e' previsto nella bozza del nuovo Dpcm anti-Covid.
- di Daniele Troilo

Prima bozza Dpcm, si valuta anche chiusura centri commerciali in week end

Tra le misure che si sta valutando anche la chiusura dei centri commerciali nel week end. E' quanto si apprende da fonti parlamentari della maggioranza riguardo alle nuove misure che verranno indicate nel prossimo dpcm. 
- di Daniele Troilo

Bozza Dpcm, misure in vigore da lunedì a 24 novembre

Il nuovo Dpcm sulle misure restrittive anti-Covid entrerà in vigore da lunedì 26 ottobre fino al prossimo 24 novembre. Lo prevede una nuova bozza, limata nel tardo pomeriggio, del decreto su cui ha lavorato il governo. Non si tratterebbe, comunque, della bozza definitiva.
 
- di Daniele Troilo

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.