Elezioni Toscana, vince Eugenio Giani: chi è il nuovo presidente della Regione

Politica
©Ansa

Nato a Empoli 61 anni fa, politico e saggista, la sua candidatura è stata sostenuta da Pd, Italia Viva, +Europa, Europa Verde, Sinistra Civica Ecologista, Orgoglio Toscana e Svolta

Eugenio Giani è il nuovo presidente della Regione Toscana. Il candidato del centrosinistra ha battuto gli altri 6 candidati alle elezioni del 20 e 21 settembre. Nato a Empoli il 30 giugno del 1959, è un politico e saggista italiano. Il 25 giugno 2015 è diventato Presidente del Consiglio Regionale della Toscana (ELEZIONI IN TOSCANA - GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE ELEZIONI). "Sono un iscritto al Pd e rivendico questo con orgoglio. Nicola Zingaretti mi ha seguito da quando sono stato indicato dalla direzione del Pd per la candidatura e mi sono sempre sentito supportato e sostenuto", ha detto parlando a Firenze dal palco allestito nella sede del suo comitato elettorale dopo il voto.

La carriera politica di Eugenio Giani

leggi anche

I risultati delle elezioni in Toscana

Nel 1990 Eugenio Giani è stato eletto per la prima volta nel Consiglio comunale di Firenze iniziando a occuparsi dei vari campi dell'amministrazione pubblica: dalla mobilità alle tradizioni popolari, dalle relazioni internazionali alla cultura. Ha ricoperto anche il ruolo di presidente del Consiglio Comunale e nel marzo 2010 è stato eletto in Consiglio Regionale fino a quando, nel 2015, è diventato Presidente del Consiglio Regionale della Toscana.

Gli obiettivi e il programma per la Regione Toscana

vedi anche

Elezioni regionali e referendum, affluenza e risultati. DIRETTA

Nel suo sito Eugenio Giani descrive dettagliatamente i suoi obiettivi per la Regione. "Rendere la Toscana più forte e unita, una regione che sa guardare al futuro con coraggio - si legge - mentre si occupa del presente. Una regione capace di condividere e decidere. Questa è la regione per cui m'impegno a governare accanto a voi, con il vostro sostegno". Al primo posto nell'agenda del neopresidente c'è un Piano Regionale di contributi e misure complementari a quelle nazionali ed europee, da destinare da qui alla fine dell’anno alla scuola, alle micro, piccole, medie imprese e al turismo. Dopo aver superato l'emergenza sanitaria causata dal Covid-19, la priorità è far ripartire economicamente la regione e, per farlo, Giani indica 5 condizioni: un piano straordinario di investimenti pubblici, investimenti su progetti sostenibili, burocrazia più semplice e veloce, attenzione ai diritti digitali e rendere internet più veloce per tutti, un modello di governo più competitivo con un rapporto più stretto con i comuni e i territori.

 

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24