Coronavirus Liguria, Toti: "Dal 18 maggio riaprono parrucchieri, bar, ristoranti e negozi"

Politica

Il governatore ligure ha annunciato che già da lunedì 11 sarà consentito ai proprietari di tornare nelle loro attività per preparare la riapertura. A partire dalla settimana successiva ci sarà l’ok per anche per le spiagge libere. Provvedimenti comunque legati "ai numeri e ai dati sanitari"

È intenzione della Regione Liguria "far riaprire parrucchieri, estetisti, negozianti ma anche bar e ristoranti dal 18 maggio". I proprietari "già dall'11 potranno andare nelle loro attività a preparare la riapertura". Sono queste le parole del presidente della Liguria Giovanni Toti. Il governatore ha anche annunciato la riapertura delle spiagge e ha affermato che da lunedì 11 "verrà data ai liguri la possibilità di spostarsi con tutto il nucleo familiare, non più esclusivamente da soli, nelle seconde case. Così come daremo la possibilità di andare a pesca insieme ai membri dello stesso nucleo familiare. Consentiremo gli spostamenti nella regione" (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE - LE GRAFICHE SULLA SITUAZIONE IN ITALIA).

Dall’11/5 si può preparare riapertura negozi

approfondimento

Coronavirus, la situazione in Italia: grafici e mappe

Durante la sua diretta Facebook il presidente Toti ha inoltre aggiunto che - sempre da lunedì 11 maggio -  "tutti i negozianti potranno andare nei propri locali a mettere a posto e a sistemare". Lo stesso governatore ha poi affermato che "il 17 scade il dpcm del governo e, per quanto mi riguarda, dal 18 maggio si riparte con tutte le attività. Tutti i parametri stanno andando sostanzialmente bene: sono dati positivi che mi fanno essere ottimista". Insomma, "dal 18 la Liguria - ribadisce - si riprende la possibilità di decidere, ovviamente sempre in base ai numeri e ai dati sanitari". 

Riaperte anche le spiagge

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso alla pandemia globale: le tappe. FOTO

In base a quanto prevede l’ordinanza, che verrà presentata domenica 10 maggio, "verranno anche riaperte le spiagge libere, con del personale che monitorerà che non siano troppo affollate. Domani firmiamo l'ordinanza, ma domani torniamo a dire al governo che il 18 si riparte e vogliamo avere tutte le linee guida per farlo", ha detto Toti. In precedenza, in un’intervista concessa a Repubblica, il governatore aveva detto: "Nei momenti difficili per il Paese i colpi di testa e le forzature vanno evitate in ogni modo possibile, ma io credo che il 18 maggio, quando scade l'ultimo decreto del governo Conte, le Regioni debbano tornare a esercitare le loro prerogative e a decidere sulle riaperture. Credo sia finito il tempo dei divieti e sia arrivato quello della responsabilità da parte dei cittadini". A Sky TG24, sempre Giovanni Toti aveva dichiarato: "Abbiamo bisogno di un piano unitario. Resta prioritario decidere intanto quando riaprire". 

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.