Manovra, scontro su ecotassa. Di Maio: "Nessuna tassa, bonus per non inquinanti"

3' di lettura

Polemica sull'emendamento M5s che introduce imposte per chi acquista veicoli che inquinano e incentivi per quelli elettrici. Ma il leader M5s precisa: non ci saranno tassazioni. Critico Salvini: "Col sostegno della Lega non passa"

"L'ecotassa è dentro la legge di bilancio al momento ed è un bonus per le auto elettriche e a metano e le ibride. Non c'è  nessuna tassa, è un bonus per chi acquista auto che non inquinano". Dopo una giornata di tensioni all’interno della maggioranza, Luigi Di Maio chiude la polemica sull’ecotassa. "Non c'è nessuno scontro" con la Lega, garantisce. E annuncia di aver fissato, per lunedì, un incontro con i sindacati e i costruttori del settore auto (TUTTI GLI EMENDAMENTI DELLA MANOVRA).

Le tensioni sulle tasse alle auto inquinanti tra M5s e Lega

A dividere Lega e M5s, in giornata, la possibilità di nuove tasse sui veicoli. "Io sono contrario ad ogni ipotesi di nuove tasse sull'auto che è già uno dei beni più tassati", ha spiegato Matteo Salvini. "Tutelare l'ambiente ma senza imporre nuove tasse", ha aggiunto il vicepremier e ministro dell'Interno sottolineando come, l'ecotassa "con me, con il sostegno della Lega, non passerà mai". Ma il sottosegretario all'Economia, Laura Castelli (M5s), ricorda: la volontà dell’esecutivo è quella di tenere l'eco-tassa, "sta nel contratto di governo". "Le persone meno abbienti non sono colpite, c'è stato un dibattito mediatico", precisa, "ma penso che la norma non sia stata letta in maniera approfondita. Non colpisce né chi ha ha un'auto vecchia né chi acquista un'utilitaria sotto una certa cilindrata". 

Misura corretta, ma solo su incassi

Alla misura intanto è arrivata una correzione, ma non quella richiesta da costruttori e consumatori. La commissione Bilancio infatti, chiamata a correggere alcuni passaggi degli emendamenti approvati, ne ha rivisto, per di più al rialzo, le stime di incasso. Da 300 milioni per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 si è passati a 300 milioni nel 2019, 323,82 nel 2020 e 313,5 per il 2021. 

Di Maio annuncia tavolo con costruttori e consumatori auto

Sulla norma, in giornata, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, aveva già fatto delle precisazioni, sul blog delle Stelle, assicurando: “Non esiste nessuna nuova tassa per auto già in circolazione. Chi ha un Euro3 o qualsiasi altra macchina non pagherà un centesimo in più”. Il vicepremier ha spiegato così le motivazioni della norma: "Visto che i livelli di inquinamento, soprattutto al Nord, sono spaventosi, perché non premiare chi decide di comprare un'auto nuova meno inquinante?”.

Data ultima modifica 06 dicembre 2018 ore 20:15

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"