Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Cambridge Analytica, ecco la mappa con i profili tracciati in Italia

4' di lettura

La mappa mostra l'interesse per il nostro paese di SCL Elections, compagnia affiliata a Cambridge Analytica. Pubblicata nel 2014 sul sito della società e poi rimossa, rivela un campione di migliaia di cittadini suddivisi in quattro gruppi psicografici

Una mappa dell'Italia con migliaia di punti sensibili sparsi lungo lo stivale. Ogni punto rappresenta un cittadino e si differenzia in base a quattro colori che, come spiega la legenda a destra, si riferiscono a quattro diversi "gruppi psicografici".  

La mappa (di cui si è parlato nei giorni scorsi ma che ancora non era stata pubblicata) è comparsa il 14 Agosto 2014 sul sito di SCL Elections, compagnia londinese specializzata nell'uso dei big data per profilare i potenziali elettori. SCL Elections fa parte di SCL Group, che a sua volta controlla Cambridge Analytica, società al centro delle polemiche in questi giorni per l'uso massivo dei dati di Facebook.  

Il sito di SCL Elections non è più disponibile online: è stato completamente rimosso da quando l'Information Commissioner's Office britannico ha aperto un'inchiesta su SCL Group e Cambridge Analytica. Ma è ancora possibile visualizzare molte delle sue pagine attraverso Wayback Machine, servizio gestito dalla no-profit Internet Archive che archivia moltissimi siti web a intervalli regolari. Proprio navigando tra la cronologia del sito di SCL Elections, siamo risaliti a un articolo del 14 Agosto 2014 dedicato all'Italia. All'interno si trova la mappa dell'Italia accompagnata da un breve testo: 

"Esempio di un dataset sull'Italia. Vediamo gli individui categorizzati in 4 sotto-popolazioni. Le località sono geo-referenziate, ma è possibile che il dataset contenga imprecisioni per diversi individui".

La mappa dell'Italia è poi accompagnata da uno zoom su Cagliari e da un testo che spiega meglio come possa essere utilizzata: 

"Il dataset può essere manipolato in modo che le informazioni di una certa area geografica possano essere visualizzate con maggior dettaglio. Qui abbiamo selezionato gli individui di Cagliari".

Cosa sono i puntini?

L'articolo pubblicato sul sito di SCL Elections non spiega a cosa corrispondono i quattro profili psicografici italiani, né tanto meno come sono stati ricostruiti i profili dei cittadini. Sulla base di altri materiali emersi nell'ambito dell'inchiesta di Cambridge Analytica, si può dedurre che si tratta di un campione rappresentativo della popolazione italiana.  La mappatura dei potenziali elettori potrebbe essere avvenuta sia attraverso sondaggi e interviste telefoniche, che attraverso l'acquisto di banche dati da altri istituti di ricerca. Sembra più difficile che la fonte dei dati possa essere stata Facebook: il progetto di mappatura attraverso il quiz "This is your digital life" infatti è partito nel 2014, mentre, secondo La Repubblica, SCL Elections aveva realizzato una mappa molto simile dell'Italia già nel 2013. 

L’attività in Italia e il partito misterioso

SCL Elections e Cambridge Analytica hanno lavorato con un partito italiano nel 2012. La conferma arriva non solo dal sito di Cambridge Analytica (dove è dedicata una scheda al nostro paese), ma anche da un'intervista rilasciata nei giorni scorsi dall'ex dipendente di Cambridge Analytica e informatore Christopher Wylie che afferma: "L'Italia è l'unico paese europeo di cui so per certo che ha lavorato con Cambridge Analytica”.

Anche per questo motivo la scorsa settimana l'Agcom italiana ha inviato a Facebook una specifica richiesta di informazioni circa “l'impiego di dati per finalità di comunicazione politica da parte di soggetti terzi”. Ma fino ad ora non è emerso nessun dettaglio in più rispetto al breve (ed ermetico) testo riportato sul sito web di Cambridge Analytica.

La mappa pubblicata da SkyTG24 ha molti punti in comune con quella descritta da un articolo de La Repubblica dello scorso 22 Marzo: "Sul grande schermo - scrive Repubblica -  appare una mappa dell’Italia. Lentamente si illuminano migliaia e migliaia di puntini. Prima azzurri, poi gialli, verdi, rossi. Ogni puntino, un utente. Ogni utente, un potenziale elettore". 

Le altre pagine rimosse

Su Twitter alcuni utenti hanno condiviso i risultati di altre pagine di SCL Elections ormai cancellate dal web. Tra queste si trova una brochure in cui sono descritte le tecniche messe a punto dalla compagnia inglese, come ad esempio “allineare i comportamenti contro un nemico comune”, “far finta di essere un movimento giovanile del

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"