Sicilia, Musumeci cade sul Def regionale. Pd e M5s votano contro

Politica
Nello_Musumeci_Lapresse

L'Assemblea siciliana ha bocciato il documento di programmazione economico e finanziaria 2018-2020. Aula sospesa. Convocata la conferenza dei capigruppo

Il governo di Nello Musumeci cade in aula sul documento di programmazione economico e finanziaria 2018-2020. L'Assemblea siciliana ha bocciato il Defr: 32 voti contrari e 32 favorevoli, su 65 presenti (un deputato non ha votato). Per il via libera al documento servivano 33 voti. L'aula è stata sospesa. Convocata la conferenza dei capigruppo. Pd e M5s hanno votato contro. Prima del voto il capogruppo dem, Giuseppe Lupo, ha chiesto a Musumeci di prendere atto di non avere una maggioranza e di dimettersi.

Caos maggioranza

Il Def regionale torna in commissione Bilancio. Nel suo intervento il governatore si era detto pronto a tornare alle urne in assenza di un patto alla luce del sole su riforme e provvedimenti importanti. Il voto sul Def regionale è un segnale chiaro al governo Musumeci costretto già a congelare la manovra finanziaria prorogando di un mese, fino al 30 aprile, l'esercizio provvisorio che scade il 31 marzo. Il ddl di proroga deve ancora passare al vaglio dell'Ars in un clima pesante per il governo regionale, senza maggioranza e con mal di pancia evidenti nella coalizione di centrodestra.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24