Sì del Cdm al reddito di inclusione, riguarderà circa 500mila famiglie

Politica
povert__caritas

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto legislativo che introduce il Rei dal primo gennaio 2018. L'importo dell'aiuto corrisponde al massimo dell'assegno sociale per gli over 65 senza reddito: 490 euro mensili

Il Consiglio dei ministri ha approvato definitivamente il decreto legislativo che introduce il reddito di inclusione, dall'1 gennaio 2018. La misura, secondo le prime stime, riguarda circa 500mila famiglie. 

Sostituzione del Sia

Il Rei andrà a sostituire il Sia, ovvero il sostegno all'inclusione attiva, in campo dal settembre 2016. L'importo dell'aiuto corrisponde al massimo a quello dell'assegno sociale per gli over 65 senza reddito: 490 euro al mese. La cifra dipenderà dal numero dei componenti della famiglia e dalla situazione famigliare e reddituale.

Gentiloni: "Un aiuto alle famiglie più deboli"

Il Rei sarà "un aiuto alle famiglie più deboli", come ha detto, su Twitter, il Presidente del consiglio, Paolo Gentiloni. Questa è la prima misura nazionale destinata ad assicurare un sostegno economico al 24,5% dei nuclei famigliari che risultano al di sotto della soglia di povertà.

Politica: I più letti