Riesame,'gioco' per giovane morto Norcia

Umbria
@ANSA
bb9461d0bc475b070b662192f40ed62f

Concessi domiciliari a 33/enne accusato avere sferrato pugno

Concessi gli arresti domiciliari a Cristian Salvatori, 33 anni, che era in carcere con l'accusa di omicidio preterintenzionale per avere colpito con un pugno alla testa Emanuele Tiberi, 29, caduto a terra e poi morto. Episodio avvenuto a Norcia il 29 luglio.
    I domiciliari, alla comunità Papa Giovanni 23/o, sono stati decisi dal tribunale del riesame che ha accolto un'istanza dei difensori di Salvatori, gli avvocati David Brunelli e Francesco Crisi.
    Secondo il collegio quanto successo va inquadrato "non nel contesto di una lite" bensì "quale fatale conseguenza di una sorta di gioco intercorso tra i due che, se non veri amici, si conoscevano bene ed erano, purtroppo, entrambi non lucidi" per il "consumo di alcol". "Gioco ove tuttavia - si legge nell'ordinanza del riesame - Salvatori, di gran lunga più grosso e forte del mingherlino Tiberi, ha violentemente agito con inquietante assenza di avvedutezza ed autocontrollo, sferrando un pugno che, pur non volendo, si è dimostrato letale".
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.